Mensa pericolosa per i bambini: 35 intossicati

intossicazione mensa scolastica bambini

Sono 35 i bambini della scuola elementare di una città della provincia di Trapani che sono rimasti intossicati dopo avere consumato un pasto durante le ore del servizio di refezione scolastica. Presso l'Istituto Comprensivo Pitrè Manzoni di Buseto Palizzolo, i bambini avrebbero mangiato qualcosa che gli è stato indigesto e quindi è scattato subito il controllo di tipo medico. Lo stesso problema sarebbe capitato anche presso la caserma dell'esercito Giannettino di Trapani. Infatti entrambe le strutture pubbliche hanno in comune la ditta che fornisce i cibi per la mensa. Il Codacons ha denunciato l'intera vicenda e ha fatto sapere che vorrà fare chiarezza su quanto sta accadendo: sono stati chiesti, infatti, numerosi controlli su tutte le mense cittadine e pubbliche della Sicilia, in modo tale da garantire maggiore sicurezza presso gli istituti che necessitano di questo tipo di servizio.

La denuncia del Codacons

A intervenire sul caso è stato il Codacons ed in particolare, il segretario nazionale Francesco Tanasi che ha fatto sapere come sono tantissimi i problemi che si potranno riscontrare ancora all'orizzonte qualora in altre strutture pubbliche ci fosse un tipo del genere di difficoltà. Già in passato si sono registrati dei problemi in questo particolare settore che non si può permettere di commettere errori. Basti pensare come una partita di cibi non salutari siano stati pericolosi per dei bambini che sono finiti in ospedale.

Dopo l'accaduto si è deciso di effettuare dei controlli in laboratorio, in modo tale da riuscire a garantire una maggiore sicurezza rispetto ai cibi ingeriti. Dai controlli in laboratorio si cercherà di stabilire se effettivamente sia stato il cibo ad essere dannoso per chi lo ha ingerito mentre sul caso è stata aperta un'inchiesta molto approfondita. Il Sian, insieme ai Carabinieri del NAS, stanno effettuando dei campionamenti in modo tale da riuscire a definire cosa sia effettivamente accaduto.

Lascia un commento