Acne neonatale: cos'è, perché si forma e come si cura

acne neonatale

I neonati possono avere l’acne? Sembra strano, ma la risposta è sì. Siamo abituati a immaginare la loro pelle come pulita e delicata, morbida e pura, ma ci sono dei casi in cui anche un neonato può avere questo problema. Cerchiamo di capire bene di che cosa si tratta, perché si forma e come si cura l'acne neonatale.

acne neonato

Acne neonatale: come si presenta

Si tratta di una situazione molto comune, di cui non preoccuparsi e che scompare con la crescita del bambino. Nella maggior parte dei casi, l’acne del neonato si presenta alla terza settimana di vita del bambino, in alcuni casi già dalla nascita su guance, fronte e mento. Si tratta di veri e propri brufoli che compaiono sul viso, che però sembrano pustole infiammate o parti di pelle arrossate con puntini bianchi come se il piccolo avesse un eritema cutaneo.

acne neonatale come si presenta

Acne neonatale o dermatite atopica?

A differenza dell’acne neonatale, quando si parla di dermatite atopica ci si riferisce a un vero e proprio problema della pelle, una malattia che porta secchezza, molto prurito e fastidio. Nel neonato si manifesta sotto forma di eritema, crosticine sulla pelle, erosioni e vescicole. Può riguardare il viso ma anche tutto il corpo. Può dipendere da problemi di natura ambientale o genetici e serve una cura farmacologica che indicherà il pediatra di famiglia.

dermatite atopica acne neonatale

Da cosa dipende l'acne neonatale?

L’acne neonatale dipende principalmente dagli ormoni. Non è nulla di cui preoccuparsi, perché regredisce spontaneamente e non servono cure specifiche. La causa di questo “problema” sono gli ormoni della mamma, gli androgeni, che vengono trasmessi al piccolo durante la gravidanza. Durante le prime settimane di vita, il neonato ha una grande quantità di ormoni che hanno il potere di stimolare il sebo e infiammano i suoi bulbi piliferi.

ormoni gravidanza acne neonatale

Acne neonatale su tutto il corpo

Può capitare che l’acne non sia soltanto sul viso ma colpisca tutto il corpo. Anche in questo caso non c’è da allarmarsi. Dipende dagli ormoni della mamma arrivati al bambino durante la gestazione; scompare dopo le prime settimane di vita e va curata con un’attenzione meticolosa all’igiene e cura della pelle.

igiene acne neonatale

Acne neonatale e allattamento

I bambini che vengono allattati al seno potrebbero avere l’acne neonatale per più tempo rispetto ai bambini allattati artificialmente. Questo perché la mamma, con il suo nutrimento,trasmette al suo bambino gli estrogeni, che passano attraverso il latte. Non importa ciò che mangia la mamma, è solo una questione di ormoni.

acne neonatale allattamento

Quando scompare l'acne neonatale?

L’acne tende a scomparire dopo qualche mese, diminuisce nel tempo e la totale pulizia della pelle del bambino è molto soggettiva.

acne neonato quando scompare

Come si cura l'acne del neonato

L’acne del neonato non porta nessun problema al bambino. È solo una questione estetica, che tende a scomparire da sola senza sottoporre il neonato a nessun trattamento. Allo stesso tempo, però, seppur non occorra curarla, è importante fare attenzione all’igiene del bambino. Alcuni accorgimenti? Bisogna pulire e detergere bene la cute, lavarsi bene le mani prima di accarezzare il piccolo e utilizzare prodotti adatti per il bambino.

come curare acne neonato

Acne neonatale: rimedi naturali

Dato che le cure mediche non servono, per curare l’acne del neonato ci si può affidare ad alcuni rimedi naturali e a delle buone abitudini da avere nel quotidiano.

Una tra tutti riguarda la pulizia della pelle: oltre all’utilizzo di detergenti neutri e per bambini, è bene non strofinare la pelle del neonato ed evitare prodotti contenenti olio. Bisogna evitare anche di spremere i brufoletti.

rimedi naturali acne neonato

 

Lascia un commento