Quando aspettarsi il primo sorriso da un neonato?

Il sorriso di un neonato è tra le cose più tenere e commoventi che si possano vedere. Quel sorriso sdentato è pieno di sentimento e di amore. Ma quando ride il bambino per la prima volta?

Il primo sorriso

Essendo questo momento tanto speciale e ineguagliabile, è stato oggetto di una ricerca da parte della London Birckbeck University. Lì, il laboratorio dedicato allo studio del cervello e allo sviluppo cognitivo ha creato uno spazio specifico per i neonati, per poter studiare il misterioso sorriso dei piccolini.

Secondo i risultati della ricerca, il 90% dei bambini si aprono al primo sorriso prima dei due mesi di vita. Sembra anche che i piccoli abbiano il senso dello humor molto sviluppato anche se non hanno sviluppato ancora alcune delle capacità basiche dell’uomo.

Le femminucce si concedono meno

Sempre secondo la ricerca, ci sono sostanziali differenza tra i sorrisi dei maschietti e delle femminucce. I bambini sorridono in media 50 volte al giorno, mentre le manifestazioni di allegria delle bimbe si riducono a 37 al giorno.

“Una delle cose più importanti che abbiamo riscontrato è che la maggior parte dei genitori giocano per istinto con i loro bambini, facendo delle facce buffe o cambiando il tono di voce. Solo i bambini hanno il poter di far sembrare “ stupidi” gli adulti”. Afferma il dottor Caspar Addyman psicologo (ex-banchiere) creatore del questionario da far compilare ai genitori.

Il sorriso e lo sviluppo

Il sorriso del bambino è un indicatore di benessere del bebè. La necessità di comunicare del bambino va di pari passo allo sviluppo che si acquisisce con il passare delle settimane.

Gli sguardi, i pianti e i sorrisi sono un modo di manifestare ciò che il piccolo prova. Man mano che passa il tempo, il sorriso sarà accompagnato da movimenti di mani e gambe.

Come faccio a far sorridere il mio piccolo?

Carezze, parole dolci e coccole sono stimoli che commuovono anche il più serio dei piccoli.

Con molto dialogo, molti giochi e amore, il neonato continuerà a sviluppare le sue abilità per comunicare con il suo ambiente, generando un clima di amore, armonia e allegria. Il dottor Caspar Addyman assicura che non c’è niente di meglio del solletico per far sorridere un bambino, quello funziona sempre.

1 comment

Lascia un commento