Autunno: come la stagione influisce sull'umore dei bambini

mal-umore-bambini-autunno

Eh già, è ricominciato l’autunno. L’estate è andata scemando lasciando dietro di se le prime serate fresche, la coperta posata distrattamente sopra il lenzuolino, le tisane o il latte caldo prima di dormire. Cambiamenti che lasciano intravedere l’inverno che tra poco arriverà e che scaldano il cuore con il loro tepore “familiare”; ma, altrettanto, cambiamenti che vanno a incidere sull'umore dei nostri figli.

La quasi totalità di assenza di regole e orari estiva viene devastata in un solo giorno dall’inizio della scuola; la praticità di due calci al pallone con addosso solo un costume, diventa preparare la borsa con tuta, calzettoni e kway… e se non si sta attenti, giù di raffreddore!

Queste e tante altre sono le piccole cose che provocano nei bambini una sorta di “fastidio” nei confronti dell’autunno, incidendo sul loro umore. Come fare, dunque, per abituare i bambini all’autunno?

Spiegare l’importanza del cambiamento

Per far capire ai bambini che l’autunno è una stagione di cambiamenti, necessari e riequilibranti dopo la calda e lunga estate, viene in aiuto delle mamme proprio Madre Natura.

Esatto, sarà divertente e istruttivo raccogliere le prime foglie che cadono, dividendole per colore (quelle sempreverdi, quelle gialle, quelle rosse) e catalogandole in un bell’album.

Trovare dei momenti di svago, insieme

Passare dal divertimento ai compiti è un bel colpo per i bambini più grandicelli; ma anche i più piccoli, abituati a lunghi pomeriggi a spasso, possono soffrire il rinchiudersi in casa a causa della pioggia e della notte che arriva prima.

Per far fronte ai malumori che possono scaturire è bene costruire, insieme ai bambini, dei momenti di svago che ricordino l’estate. Basta un weekend in una città vicina o un pic nic in campagna la domenica.

E voi come trascorrerete queste giornate autunnali insieme ai vostri bambini?

Lascia un commento