Bambini molestati: insegniamo la regola del Quinonsitocca

La Regola del Quinonsitocca è una guida stilata dal Consiglio d’Europa, pensata per prevenire molestie ed abusi sessuali nei più piccoli, favorendo anche il dialogo tra genitori, insegnanti e bambini a proposito di tematiche come sessualità e violenze.

La guida Quinonsitocca può aiutare i genitori e chi si occupa dell'infanzia ad instaurare un dialogo su tematiche importanti e può rivelarsi un metodo efficace per prevenire gli abusi sessuali sui minori.

Perché la regola del Quinonsitocca?

In una realtà dove un bambino su cinque è vittima di abuso, la regola del Quinonsitocca è il modo che i genitori hanno per spiegare ai più piccoli che il loro corpo gli appartiene, che ci sono modi di toccare che non sono buoni e che alcuni segreti non devono essere mantenuti.

Per insegnare questa regola importante ai tuoi bambini occorre abbandonare qualsiasi imbarazzo e ricordare che il disagio per questo argomento è nprobabilmente più difficile per gli adulti rispetto che ai bambini.

Come si insegna la regola de Quinonsitocca?

La guida Quinonsitocca prevede 5 punti essenziali:

1) Il tuo corpo ti appartiene. 

Gli adulti devono insegnare ai bambini che il loro corpo è solo loro e che nessuno può toccarlo senza avere il permesso. Sarebbe corretto insegnare sin da subito una terminologia del corpo corretta, in modo da avere un dialogo diretto ed aperto. I bambini devono imparare a rifiutare gesti non graditi anche da persone a cui vogliono bene e saper dire di no.

2) Modo di toccare buono - Modo di toccare cattivo.

La regola del Quinonsitocca impone un limite identificativo ai bambini, che non sono in grado di capire quando un atteggiamento è ambiguo: la biancheria intima. Bisogna spiegare loro che non va bene permettere che qualcuno guardi o tocchi le loro parti intime, o che siano loro a guardare o toccare le parti intime di qualcun altro.

3) I segreti buoni - I segreti cattivi

Si deve insegnare ai bambini che ci sono segreti buoni e segreti cattivi. I segreti cattivi sono quelli che fanno stare male o essere tristi e devono perciò essere svelati ad un adulto fidato.

4) La responsabilità della prevenzione e della protezione spetta a un adulto.

Le vittime abusato provano vergogna, paura e senso di colpa. Gli adulti dovrebbero rendere la sessualità un tema di cui parlare senza tabù e rendere i bambini in grado di sapere a chi rivolgersi per chiedere aiuto. Devono inoltre essere attenti nel comprendere i sentimenti dei più piccoli e i loro comportamenti.

5) Altri suggerimenti utili

I bambini devono conoscere la rete di adulti fidati ai quali possono chiedere aiuto. Spesso però a compiere abusi è una persona conosciuta dal piccolo. In questo caso i familiari devono imporre regole che mettano il bambino nella condizione essere informati se qualcuno offre loro regali o dice di mantenere segreti. Insegna ai tuoi bambini ad evitare contatti con gli sconosciuti, a dire di no a passaggi in auto o regali da parte di persone che non conosce.

Lascia un commento