Banche del latte: nuova tecnica per la conservazione del latte materno

banche del latte tecnica conservazione

Più volte si è parlato di latte materno e di quanti benefici apporti alla salute. Se ne riparla ancora oggi per sensibilizzare chi ha la possibilità di donare il latte a sposare la causa della donazione, soprattutto per aiutare i bambini nati pre-termine.

Banche del latte: l’importanza del latte materno per i prematuri

I bambini prematuri, infatti, hanno più necessità di ricevere il nutrimento del latte materno ma molto spesso le neomamme non sono in condizioni di allattare i loro figli. Per questo esistono le banche del latte, che sostengono mamme e famiglie con il latte delle donatrici e la conservazione garantita dell’alimento.

La nuova tecnica di conservazione del latte materno

Per fare in modo che il latte venga conservato in maniera impeccabile è stata pensata una nuova tecnica che garantisce un mantenimento migliore delle proprietà nutrizionali. La nuova tecnica è stata pensata da Guido Moro, presidente dell’Associazione italiana banche del latte umano donato (Aiblud), da Enrico Bertino, direttore del Centro di terapia intensiva neonatale dell’Università di Torino e da Laura Cavallarin del Cnr di Torino.

La tecnica consiste nel pastorizzare il latte a una temperatura di 72° C in un procedimento che punta alla velocità, fino a un massimo di 15 secondi. Questo per mantenere intatte le proprietà nutritive del latte.

Lascia un commento