Bebè Card per le mamme: come richiederla

bebè card agevolazioni mamme

Le mamme di Milano possono sorridere: arriva un reddito di maternità pari a 15o euro mensili, che si aggiunge agli altri bonus per le neomamme già in vigore. Alle mamme sarà data in dotazione dal Comune di Milano la cosiddetta Bebè Card, una smart card di colore arancione e caratterizzata da figure di biberon, anatroccoli, stelline e caramelle.

Chi ha diritto alla Bebè Card?

Possono accedere al reddito di maternità tutte le mamme residenti a Milano che hanno avuto un bambino dal mese di aprile. Sono richiesti i seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana o della Comunità Europea;
  • cittadinanza non comunitaria con lo status di rifugiato politico o con regolare permesso di soggiorno di almeno un anno;
  • essere disoccupate o casalinghe, oppure non aver usufruito di forme di tutela da parte del datore di lavoro nel periodo di maternità.

Infine per richiedere la Bebè Card non bisogna superare la soglia di 16.954,95 euro di valore ISEE.

Bebè Card anche per mamme adottive

Le mamme che adottano dei bambini devono richiedere la Bebè Card entro 6 mesi dalla nascita o dall'ingresso in famiglia del minore, ed in caso di gemelli il reddito di maternità raddoppia.

La Bebè Card può essere richiesta presso i Caf convenzionati dove presentare la certificazione ISEE, lo stato di famiglia, un documento d'identità ed il permesso di soggiorno, o in alternativa le fotocopie.

Con la Bebè Card sarà possibile acquistare, in negozi e punti servizio affiliati, pappe, pannolini e altri servizi utili per la crescita del bambino.

Per maggiori informazioni è possibile inviare una mail a pss.sostegnoalreddito@comune.milano.it o chiamare i numeri 02 884 48014 - 02 884 47635 - 02 884 63044 - 02 884 41619.

150 comments

    • Fiore Rinaldi 13 ottobre, 2017 at 13:03 Rispondi

      Che tra l’altro fanno molti più figli di noi perché le donne non lavorano e sono incentivate a non lavorare con questi sussidi. Invece noi italiane che lavoriamo non possiamo permetterci di procreare a nostro piacimento

    • Andreea Olosutean 13 ottobre, 2017 at 13:48 Rispondi

      Scusami ma hai detto una grandissima ca×××× un figlio non si mantiene con questi soldi e di sicuro molte mamme straniere pagano anche il affitto e quindi senza uno stipendio ti muori di fame con 150 al mese…x cui prima di parlare collegate il cervello…

    • Andreea Olosutean 13 ottobre, 2017 at 13:52 Rispondi

      P.S. tranquilla che non solo loro fanno i figli anche le italiane sfornano figli e invece di lavorare vanno in giro x i bar a fare aperitivi,caffè e stanno quasi sempre a mangiare fuori dopo di che si lamentano che non arrivano a fine mese quindi prima di puntare il dito sempre contro gli stranieri x qualsiasi cosa guardatevi allo specchio, un esame di coscienza ogni tanto non guasta

    • Antonella Foti 13 ottobre, 2017 at 14:12 Rispondi

      Sono Italiana, non ho sussidi, non butto i soldi, non mangio tutti i giorni fuori e mi lamento eccome visto che appena escono case convenzionate o sussidi di ogni genere io non posso averli e molti stranieri si, quindi collegatelo davvero il cervello prima di scrivere!!!!

    • Albana Allani 13 ottobre, 2017 at 14:31 Rispondi

      Per prendere questa card devi avere i documenti in regola, e per prendere i documenti noi stranieri lavoriamo, paghiamo le tasse uguale agli italiani per non dire di più. Come abbiamo doveri, abbiamo anche diritti. Nessuno ci ha regalato niente.

    • Andreea Olosutean 13 ottobre, 2017 at 14:37 Rispondi

      Non è assolutamente vero io conosco un sacco di persone che fanno così….l’idea era di farvi capire che stranieri o italiani non ce tanta differenza cara signora però di sicuro è troppo facile puntare il dito contro gli stranieri, anch’io come te non ho preso nulla, e cmq sono anche tanti italiani che gli prendono eccome se gli prendono…come ho appena detto e troppo facile piangersi addosso e puntare il dito contro gli straniera x qualsiasi cosa…. nella vita mai dire mai un domani potresti essere anche tu una straniera in qualche altro paese e poi prima di dire certe cose penserai 1000 volte

    • Antonella Foti 13 ottobre, 2017 at 14:48 Rispondi

      Va a finire che bisogna chiedere scusa se non abbiamo quello che ad altri spetta di “diritto”, poi vorrei proprio sapere quante sono ste tasse in più che pagate!!!!!!
      Anziché dire grazie e riconoscere che MOLTISSIMI stranieri hanno benefici (case, mensa, sussidi ecc) che tanti italiani non hanno, lamentatevi pure!!!!!

  1. Garcia Pau 13 ottobre, 2017 at 11:22 Rispondi

    Beh di beneficiare tutti gli stranieri nn è vero sono straniera e ho partorito da poco e nn ho ricevuto aiuto dallo stato e sono in più madre single … nn a tutti gli stranieri aiutano …

  2. Ilaria 13 ottobre, 2017 at 16:19 Rispondi

    Io vivo a Napoli sono una mamma di una bambina di 2anni, e non lavoro. Il mio isee è di 587euro…. Vergognatevi! ! ! Io non ho diritto!

  3. Anna Margione 13 ottobre, 2017 at 22:12 Rispondi

    Buona sera… spero di dare uno schiaffo morale e chi ha messo in vigore sta cosa… Si cosa…. Non si può chiamare aiuto!tutte le mamme fuori Milano non esistono?io ho lavorato fino a ieri.. dopo una maternità e cinque anni consecutivi nella stessa azienda ora mi trovo senza lavoro con due figli e un compagni o disoccupato da più di un anno!!!ditemi voi se non c è da incazzarsi!il mio isee e di settemila e lavoravo ora lo rifaccio e sarà ancora meno ditemi voi!!!lo stato sta mandando al degrado anche le famiglie oneste ….

Lascia un commento