#BlogActionDay, a favore dei diritti dei più piccoli

Il domani di noi tutti sono i bambini e, per questo, noi mamme sogniamo per loro un’esistenza serena e felice dove possano crescere protetti e amati.

Il mondo che vorremmo per loro non dovrebbe conoscere piaghe come la fame e l’ingiustizia, la miseria e la povertà, la violenza e lo sfruttamento. Un mondo che, purtroppo, per miliardi di bambini al mondo è già una realtà, oggi, ora.

Vite che hanno conosciuto subito la durezza e la crudeltà umana, dove i diritti non esistono o – se esistono – sono calpestati quotidianamente. Piccoli la cui dignità non conosce rispetto e dove sopravvivere all’oggi è forse un miracolo.

Il diritto di crescere serenamente, di coltivare i proprio talenti, di avere una casa e un ambiente domestico sereno, così come di giocare, colorare o semplicemente perdersi nell’innocenza dell’infanzia sono diritti che non devono conoscere condizioni e nemmeno trattative.

Per molti bambini, invece, sono solo delle utopie: occhi colmi di paura e terrore, mani sporche non di pennarelli o tempere, ma di terra, lavoro o anche sangue, bambini che non conoscono la tenerezza di una favola o la gioia di un abbraccio.

aboriginal-child

Di fronte a queste realtà, nate dalla perfidia degli adulti, dalle stragi umanitarie dettate da incomprensibili politiche di guerra e di odio, ma anche dalle logiche del consumismo e dello sfruttamento della manodopera dei minori spesso ci sentiamo inutili e impotenti.

Non oggi.

Oggi, 16 ottobre, è la giornata che #BlogActionDay dedica a #HumanRights: il giorno in cui ognuno di noi può denunciare sul suo blog l’inaccettabilità e l’inammisibilità delle continue e perpetue violazioni dei diritti umani, ma anche e soprattutto di quelle a danno dei bambini.

Bambini che, in molte parti del mondo, subiscono violenze fisiche e psicologiche inaudite solo perché sono fragili e indifesi. Bambini che cresciuti nell’odio e nel terrore non potranno che seminare – a loro volta – germi di violenza e disumanità, in un pericoloso circolo vizioso.

Bambini le cui condizioni non potrebbero che peggiorare sempre di più se non fosse per l’impegno di numerose organizzazioni internazionali che si battono per i loro diritti.

Su tutte, da anni, Amnesty International lancia campagne di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, organizza eventi e lancia petizioni ai nostri governanti per tutelare i diritti calpestati di miliardi di persone nel mondo. Donne, bambini, schiavi e rifugiati sono solo alcuni dei soggetti per cui Amnesty non manca di mettersi al loro fianco, facendo conoscere condizioni di vita disumane e impensabili.

Aderendo anche tu a #BlogActionDay, potrai far sentire il tuo sconcerto e la tua indignazione per un mondo ingiusto e sleale che strappa i diritti dei più deboli, bambini per primi: il nostro futuro, il nostro domani.

Un piccolo gesto che potrà attirare l’attenzione di molti, un piccolo gesto per far sentire meno soli bambini dimenticati e violati.

Noi ci siamo.

Lascia un commento