Bologna Children's Book Fair: trionfano le app dei genitori

Dal 4 al 7 Aprile dell’anno in corso si terrà la fiera italiana per l’editoria dedicata ai più piccoli, la Bologna Children’s Book Fair (giunta alla sua cinquantatreesima edizione), dove saranno presentate una serie di libri digitali e di innovative applicazioni ideate e sviluppate da mamme e papà 2.0.

Si tratta di un business sempre più in espansione che si basa, da una parte, sulle conoscenze tecnologiche degli ideatori e, dall'altra, sulla loro esperienza genitoriale, in grado di suggerire le migliori soluzioni didattiche a misura di bambino. Chi più di un genitore, infatti, può intuire quali siano le modalità di apprendimento più adeguate e opportune?  

La collezione Colto

Un esempio di app messe a punto da una mamma sono quelle della collezione “Colto”, che comprende una serie di giochi educativi e divertenti, finalizzati all'acquisizione di diverse discipline.

Colto, tra le altre, contempla anche Shape Gurus, annoverata tra le migliori app del 2015: essa consente ai bambini di apprendere facilmente i principi geometrici, grazie a un divertente esercizio di abbinamento delle forme.

Dietro questo interessante progetto c’è Catriona Wallis, mamma di due bambini sposata a un uomo italiano e insegnante di lingua inglese. La donna, evidentemente, si è lasciata ispirare dal proprio stimolante contesto multietnico e dalla sua esperienza di insegnante.

Assegnati i Digital Awards per l’editoria digitale  e le App

In vista dell’importante evento fieristico sono già stati assegnati i Digital Awards che premiano le migliori proposte digitali e le più utili e divertenti applicazioni dedicate al mondo dei bambini.

Alla gara, lo ricordiamo, hanno aderito 177 candidati provenienti da 30 Paesi diversi. Il primo premio per la categoria fiction è andato  alla danese Wuwu&Co per A Magical Picture Book, mentre per la categoria non fiction il miglior risultato è stato conquistato dalla app Attributes, sviluppata da Doodles, Carstens Studios. 

Lascia un commento