Carta famiglia 2018: ecco tutto quello che c'è da sapere

Per quest'anno arriva la carta famiglia 2018, destinata a chi ha tre o più figli minori.

Si tratta di una tessera che garantisce sconti dal 5% al 20% presso negozi convenzionati, per eventi culturali, per beni alimentari, per l'utilizzo di mezzi pubblici, ecc.

Per accedere alla carta famiglia bisogna essere cittadini italiani o stranieri residenti in Italia, ed avere un ISEE pari o inferiore ai 30.000 euro

Come richiedere la carta famiglia 2018?

Il Ministero dell'Economia, insieme al Ministero dello Sviluppo Economico, approverà un apposito modulo per la domanda della carta famiglia, che dovrà essere compilato in ogni sua parte. Per richiedere la carta famiglia 2018 bisogna presentare la richiesta presso il proprio Comune di residenza, o in alternativa tramite Caf e Patronati. Insieme alla richiesta deve essere allegato anche il modello ISEE

Dopo che la card è stata rilasciata, il nucleo familiare beneficiario potrà utilizzarla per ottenere sconti presso i servizi pubblici e privati convenzionati.

Quali sono gli altri bonus oltre alla carta famiglia?

Il bonus più richiesto dai neogenitori è il bonus bebèLa durata dell'agevolazione è stata ridotta di un anno. Gli importi invece (80 euro di base e 160 euro per redditi inferiori ai 7 mila euro) sono rimasti invariati.

Altra agevolazione molto gettonata è il bonus asilo nido, che elargisce fino a 1.000 euro all'anno per tre anni.

Il bonus mamma invece attribuisce 800 euro come premio alla nascita.

C'è poi il bonus baby sitter, che spetta alle donne che tornano al lavoro dopo la maternità obbligatoria

Infine c'è il Reddito di inclusione 2018, che spetta ai nuclei familiari con almeno tre figli minori a carico e con un reddito ISEE basso. Il bonus viene concesso dai Comuni, ma è pagato dall'INPS per tredici mensilità.

5 comments

Lascia un commento