Il certificato medico sportivo non è più obbligatorio fino a 6 anni

sport bambino certificato medico

Per i bambini in età prescolare non è più obbligatorio presentare un certificato medico di idoneità fisica per praticare un'attività sportiva. Questo dovrebbe incentivare i genitori, riducendo la burocrazia e i costi, e rendere più semplice iscrivere il proprio figlio ad un'attività sportiva, riducendo la sempre più pericolosa tendenza ad essere sedentari.

Un recente decreto del Ministero per Salute e del Ministero per lo Sport ha escluso i bambini dagli 0 a 6 anni dall'obbligo di certificazione.

Bambini 0-6 anni: sport senza certificato medico

Il certificato medico non è obbligatorio per i bambini fra gli 0 e i 6 anni, salvo casi particolari indicati volta per volta dal pediatra. Questo provvedimento è stato emanato in modo congiunto dal Ministro per la Salute e quello per lo Sport. L'intento è quello di incentivare i bambini in età prescolare a svolgere attività sportive, riducendo i costi e la burocrazia a carico dei genitori.

L'obiettivo è ridurre la sedentarietà in una fascia d'età estremamente sensibile come quella dei bambini più piccoli, in cui si stanno sempre più diffondendo problemi di salute, come l'obesità infantile, dovuti ad uno stile di vita troppo sedentario.

Lo sport fa bene ad ogni età, non solo per i bambini!

Il decreto ministeriale è stato accolto con favore dalla Federazione Italiana Medici Pediatri, che fin dal 2015 aveva proposto un provvedimento simile. Gli italiani di ogni età soffrono infatti sempre più spesso di malattie o problemi derivanti da uno stile di vita poco attivo. Il provvedimento, questa è la speranza, dovrebbe rendere più semplice l'accesso allo sport per tutti i bambini in età prescolare.

Anche lo Stato ne trarrà dei vantaggi, riducendo gli sprechi del Sistema Sanitario Nazionale abolendo  accertamenti e certificati che, nella maggior parte dei casi, risultano del tutto inutili e superflui. Sarà invece il pediatra di famiglia a segnalare eventuali casi particolari di bambini non idonei, per qualsiasi motivo, a svolgere determinate attività sportive.

15 comments

  1. Dib Deb 20 marzo, 2018 at 17:09 Rispondi

    Secondo me portare obbligatoriamente il certificato e’ un maggiore incentivo a far fare un controllo mirato in piu’ ai nostri cuccioli prima di avviarli magari a un intenso corso di nuoto o di qualcosaltro. Abbiamo due figli. Il pediatra per fortuna lo vedono proprio raramente. A parte cio’. Magari ridurre il costo e farlo valere per 2 anni potrebbe bastare. Ma se il pediatra il controllo lo fa attrezzato e come si deve e non si limita quimdi a fare cassa come alcuni fanno io credo il controllo male non fa.

  2. Rossella Pizzoleo 20 marzo, 2018 at 17:21 Rispondi

    Se vogliono promuovere lo sport contro la sedentarietà e la pigrizia dovrebbe agevolare cn contributi economici x le attività e certificati gratuiti ma farli xk è importante x la prevenzione e sicurezza no che tolgono l obbligo dei certificati… Che le famiglie nn sanno cm fare x far fare ginnastica ai figli che è cosa importante

  3. Cristina Secci 21 marzo, 2018 at 09:39 Rispondi

    Il certificato medico per attività non agonistica per i bambini lo fa la pediatra gratuitamente 1volta all’anno. A sua discrezione può richiedere una visita cardiologica e lì paghi il ticket. Per l’attività agonistica è gratuita se fatta alla ASL

Lascia un commento