Come crescere bambini bilingue? I consigli di Rita Rosenback

bambini-bilingue

Papà italiano e mamma tedesca? Mamma italiana e papà americano? Il mondo in cui viviamo è ricco diversità che si intrecciano armoniosamente e la nostra società è sempre più multiculturale. È facile, infatti, entrare in contatto con famiglie composte da genitori di nazionalità diverse. Entrambi vogliono trasmettere la cultura del loro Paese ai loro figli e, soprattutto, la loro lingua. Questa voglia è insita in tutti i genitori italiani che, per motivi di lavoro, si sono traferiti all’estero. Pensiamo, per esempio, ai giovani italiani che, a causa della crisi, vivono in altri Stati e hanno deciso di costruire la loro famiglia con una persona del luogo.

Come crescere al meglio dei bambini bilingue? Che lingua utilizzare maggiormente?

Il blog Multilingual Parenting di Rita Rosenback ci può essere d’aiuto nel capire come crescere dei bambini bilingue. Infatti, la nota blogger, coach e scrittrice finlandese-svedese è anche mamma di due figli bilingue. Ecco alcuni dei suoi consigli.

Bisogna avere un piano

Uno dei primi consigli che Rita da nel suo blog è quello di creare un piano. I genitori devono mettersi d’accordo sugli obiettivi che i propri figli devono raggiungere.

Una persona - una lingua

Uno dei metodi più utilizzati è senza dubbio questo che prevede che ogni genitore parli con il piccolo in un’unica lingua, possibilmente la sua lingua madre. Questo permetterà al bimbo di non prediligere una lingua sull’altra.

Il tempo di esposizione è fondamentale

In linea generale, la scrittrice sostiene che “per diventare bilingue in modo naturale, i bambini dovrebbero essere esposti ad una lingua per almeno il trenta per cento del tempo in cui sono svegli.”

In questo progetto la costanza e la determinazione sono fondamentali ma verranno sicuramente ripagati. Infatti, come scrive la Rosenback, sarete immensamente orgogliosi quando i vostri figli per la prima volta parleranno con i loro nonni e altri parenti nella loro lingua. Vi posso assicurare che l’emozione è semplicemente meravigliosa.”

Lascia un commento