Con la Fondazione Theodora nascono i Dottor Sogni

A quale bambino non piacciono i pagliacci?

Con i loro colori, i nasoni rossi e le buffe parrucche portano gioia e serenità. E di gioia hanno davvero bisogno i piccoli pazienti, che sono costretti a restare in ospedale per lunghi periodi, con il solo desiderio di vedere rallegrate le loro giornate.

Grazie alla Fondazione Theodora Onlus, tutto ciò è possibile. Dai corsi in cui si insegnano le tecniche di intrattenimento pediatrico in ambito ospedaliero, infatti, nascono i “Dottor Sogni”, artisti professionisti che aiutano i bambini e le loro famiglie nel difficile periodo del ricovero ospedaliero. Questi “dottori” molto speciali lavorano in stretto contatto con l’équipe medica e gli infermieri e si occupano della parte “sana” dei bambini, attraverso giochi, sorrisi, disegni, emozioni.

Le selezioni per diventare un Dottor Sogni sono molto rigorose. Gli aspiranti clown devono essere motivati e consapevoli di ciò che andranno a fare. Nonostante l’aspetto, il trucco e parrucco, infatti, la loro missione è molto seria. Le lezioni teoriche, supportate anche da uno psicologo, trattano di temi come l’igiene ospedaliera, i diritti dei bambini in ospedale e non solo. Seguono poi lezioni pratiche di tirocinio nei reparti al fianco di un Dottor Sogni di lunga esperienza.

Oltre a ciò, i corsi di aggiornamento sono costanti, con due seminari all’anno, due scambi con diverse realtà ospedaliere e due “visite di coaching” per colmare le proprie lacune. La Fondazione Theodora, inoltre, nel pieno rispetto dei diritti di ognuno, ha una Carta Etica e un Codice di Comportamento che i suoi affiliati sono tenuti a seguire con scrupolo.

Tanto di cappello, quindi, e un mare di applausi a questi artisti che, con serietà e professionalità, donano un sorriso a chi ne ha più diritto: i bambini.

Lascia un commento