Congelare frutta e verdura estiva: una risorsa di bontà e benessere per tutto l’anno

11087887-frutti-estivi-congelati-e-verdure-sane-in-contenitori-di-plastica

L’estate ormai volge al termine e con essa la strepitosa varietà di frutta e verdura che la bella stagione ci offre. Oggigiorno sugli scaffali dei supermercati è possibile trovare vasetti, barattoli e conserve con pesche, ananas, giardiniere e melanzane anche nel pieno dell’inverno e soddisfare così  qualche stranezza alimentare che ci sia balenata per la mente.

La soluzione è senz’altro comoda, ma non certo biologica: conservanti, sfruttamento delle risorse naturali ed anche l’impronta ambientale, ma soprattutto gli effetti sulla nostra salute di questi alimenti fanno sì che siano assolutamente da scartare.
Dunque, il consiglio per avere sempre a disposizione un po’ di frutta e verdura estiva è ricorrere al congelamento casalingo delle stesse.

Per chi di voi avesse la fortuna di contare su un orto casalingo oppure abbia a disposizione una buona quantità di ortaggi di stagione può seguire le seguenti semplicissime regole: lavare, sbucciare e tagliare a dadini la frutta, inserirla in contenitori (meglio di vetro) e congelare. La frutta molto matura può essere frullata e conservata nelle pratiche vaschette per la formazione del ghiaccio.
Mentre per la verdura, ricordare di lessarla, oppure scottarla leggermente (anche a vapore); le zucchine, i fagioli e i peperoni possono essere congelati anche crudi.

Il consiglio è di utilizzare contenitori piccoli di modo da usare completamente la quantità di ortaggio surgelato, quando sarà il momento, e non dover faticare a frazionare il blocco ghiacciato che si sarà prodotto.
La frutta sarà utile per frullati e concentrati a merenda dei bambini, mentre la verdura sarà ideale nei minestroni, nelle vellutate o per i risotti.

Congelare gli alimenti sarà pertanto la soluzione più veloce, economica e soprattutto biologica per avere sempre a disposizione un nutrito ventaglio di prodotti salutari e nutrienti anche fuori stagione.

Lascia un commento