Cosa resterà di noi

Cosa resterà di quelle notti passate a guardarsi negli occhi, nell'oscurità dell'odore dolce del latte? Cosa resterà di me e di te che siamo una cosa sola, quando tu sarai troppo grande per ricordarti di come ti attaccavi a me cercandomi con le mani, col respiro, con gli occhi? 

Un giorno ti separerai da me, spiccherai il volo, ed io resterò inerme a guardarti. Senza più difese, senza più lacrime, piangerò di gioia e dolore, perché gioia sarà averti regalato al mondo e dolore sarà averti lontano da me. 

Un giorno camminerai sulle tue gambe, quando prima le mie gambe ti portavano, il mio ventre ti cullava, la mia schiena si piegava, le mie braccia spingevano e tu, tu mi davi la mano, una mano piccola ma piena di pieghette, una mano che voleva già lasciarmi andare. Non ci saranno più le tue lacrime, non ci saranno più le mie urla, non ci sarà più il tuo bisogno animale di tenermi sempre con te, di non perdermi di vista, di annusare il mio profumo e riconoscerlo tra mille. 

Ci separeremo, un giorno, io sarò solo colei che ti ha dato la vita, tu sarai sempre la mia vita. Sarai ancora il mio primo pensiero al mattino, quando vedrò il sole sorgere, quando il sole sarà sempre lo stesso per entrambi, ovunque sarai. Sarai ancora tu a non farmi dormire la notte, quando non saprò dove sei, quando qualcosa ti preoccuperà ed io sarò preoccupata con te. Sarai ancora tu a cui cucinerò quel dolce, a cui preparerò quel letto, a cui comprerò quel regalo inaspettato, solo per farti felice. 

Sarò ancora io, la mamma che ti ha insegnato a camminare, a parlare, a mangiare, che ha provato ad insegnarti cos'è il bene e cos'è il male, che ha provato a prepararti a questo mondo a cui si viene impreparati, che ha vegliato su di te sempre, che ha lottato per te ancor prima che tu nascessi, ancor prima, a volte, che tu fossi una linea su un test. 

E per questo ti dico, amore mio, che saremo sempre noi. Niente e nessuno al mondo potranno separarci, perché niente e nessuno è forte come il legame che unisce una madre al proprio figlio. Ti farò arrabbiare, come tante volte tu hai fatto arrabbiare me. Ti deluderò, forse, perché sono un essere umano, una persona, e non riuscirò mai ad essere perfetta, anche se ci ho provato tante e tante volte, con te. 

E allora perdonami. Perdonami se non tutto è stato come avresti voluto, perché io ce l'ho messa tutta. E quando ci dovremo separare, e sarà così e sarà naturale, anche se oggi non vorresti mai andartene da me e dalle mie braccia, quando ci dovremo separare ricordati che ti amerò per sempre più di ogni altra persona al mondo. Che non importa dove sarai, con chi sarai, cosa ti diranno o faranno o cosa dirai o farai. Io sarò sempre lì, con te.

Tu continua solo a cercare le mie braccia.

306 comments

  1. Lucia Iapichino 16 dicembre, 2016 at 15:44 Rispondi

    Ecco perché bisogna goderseli il più possibile…cresceranno e avranno la loro vita(come tutti)andranno via per la loro strada e tu rimarrai con i ricordi di quel cucciolo a cui tu hai dato il tuo cuore,la tua vita,la tua anima… <3

    • Michela Cafisi 17 dicembre, 2016 at 12:20 Rispondi

      …E (scusa se mi permetto di aggiungere alle tue bellissime parole, anche questo), la tua restante salute (da una mamma con 8 patologie, tra cui due malattie rare, che dovrebbe stare su una sedia a rotelle, ma porta avanti il suo grande ed immenso sacrificio d’ amore <3 ).

  2. Marinella Sanapo 16 dicembre, 2016 at 16:20 Rispondi

    Bellissime parole… Davvero commovente 😳😳😳 ma è il corso naturale della vita, anche se adesso può far soffrire , vedendoli così piccoli e indifesi❣❣❣ 👦👶💎💎💙💙 speriamo, almeno, di fare un “buon lavoro”, di riuscire a trasmettere i giusti valori… 😥

  3. Matia Tedeschi 16 dicembre, 2016 at 17:02 Rispondi

    Sì resta genitori per sempre in modo diverso. .ma per sempre. .mia madre si preoccupa se non rispondo al telefono. .mi accompagna dal dottore per non lasciarmi sola. ..io prenderò il meglio di mia madre e mio padre e farò lo stesso con mio figlio solo per farlo felice

  4. Verdy E Antonio 16 dicembre, 2016 at 17:22 Rispondi

    Oh mamma non la smetto di piangere..che brutta cosa😭ci penso ogni sera mentre la guardo dormire e penso”chissá se le do abbastanza attenzioni”e poi penso a quando crescerá e mi si stringe il petto in un morso tremendo😭

  5. Michela Francesco Errico 16 dicembre, 2016 at 18:01 Rispondi

    o mamma mia😭ci penso sempre a quando saranno grandi e se ne andranno via da casa e quel giorno spero ke nn arriverà mai 😢a volte li guardo e dico ma xké nn restate x sempre piccoli 😊ma purtroppo nn sarà possibile 😢…..gli auguro tt il meglio in questa vita.

  6. Valentina Gargaglione 16 dicembre, 2016 at 20:58 Rispondi

    Credo sia il pensiero che ogni mamma fa… l’altra sera lo dissi al mio piccolo che già ha quattro anni.. io” amore di mamma stai diventando grande, io non voglio che cresci.. ” lui” va bene mamma, non mangio più così non crescio!!!””” È un amore unico… eterno che mai niente e nessuno ci può portare via.. anche quando saranno miglia lontani da noi….

  7. Maria Nappi 16 dicembre, 2016 at 23:16 Rispondi

    Mi commuove e mi spaventa… sarà che è presto ma l’idea che un giorno non sarai più così attaccata a me, sempre qui, mi preoccupa e mi intristisce. Cercherò vita mia di godere ogni attimo di questi mesi e anni in cui dipendi così tanto da me, voglio farmi una scorpacciata di te, sperando di non perderti mai del tutto, di averti comunque sempre un poco accanto a me.
    Dopo averti dato alla luce, sono niente senza te.

  8. Catia Bellandi 17 dicembre, 2016 at 07:20 Rispondi

    Mio figlio se ne andrà di casa a breve a gennaio…..be da un lato sono felice x lui dall altro mi si spacca il cuore……siamo cresciuti insieme mi sono separata che aveva tre anni……non è facile lasciarlo andare

  9. Leonia Talamona 17 dicembre, 2016 at 07:31 Rispondi

    i figli rimangono i tuoi bimbi x sempre.. anche quando diventeranno a loro volta genitori… li amerai sempre piu’ di ogni cosa… e quando avranno un bimbo loro, lo amerai allo stesso modo.. in maniera intensa… piu’ consapevole.. ti riconcilierai con te stessa, colmerai i tuoi sensi di colpa… perche’ grazie a tuo nipote avrai una seconda opportunita’… e tutti i dubbi e le mancanze di cui ti sei accusata negli anni da mamma, svaniranno… xche’ da nonna… la consapevolezza sara’ diversa… tu sei diversa… se prima non giocavi con i tuoi figli, con i nipoti giocheresti sempre… se con i figli eri irremuovibile e se era un no era un no, con i nipoti sara’ un ni…e’ un amore doppio… xche’ e’ il bambino/a della tua bambina/o… una cosa meravigliosa..

  10. Leonia Talamona 17 dicembre, 2016 at 07:31 Rispondi

    i figli rimangono i tuoi bimbi x sempre.. anche quando diventeranno a loro volta genitori… li amerai sempre piu’ di ogni cosa… e quando avranno un bimbo loro, lo amerai allo stesso modo.. in maniera intensa… piu’ consapevole.. ti riconcilierai con te stessa, colmerai i tuoi sensi di colpa… perche’ grazie a tuo nipote avrai una seconda opportunita’… e tutti i dubbi e le mancanze di cui ti sei accusata negli anni da mamma, svaniranno… xche’ da nonna… la consapevolezza sara’ diversa… tu sei diversa… se prima non giocavi con i tuoi figli, con i nipoti giocheresti sempre… se con i figli eri irremuovibile e se era un no era un no, con i nipoti sara’ un ni…e’ un amore doppio… xche’ e’ il bambino/a della tua bambina/o… una cosa meravigliosa..

  11. Daniela Poggio 17 dicembre, 2016 at 17:06 Rispondi

    Io per il lavoro ho dovuto rinunciare a godermerli ma come tante penso……e soprattutto con mio figlio non le sono stata vicina nei momenti più belli …..spero un giorno di recuperare ma sarà dura😣😣

  12. Mena De Rosa 17 dicembre, 2016 at 19:54 Rispondi

    Godeteli ogni momento della vostra vita con il passare degli anni le cose cambiano il legame si esaurisce avendo una loro vita noi mamme passiamo in secondo ordine ed ecco ke riaffiorano i ricordi e tanta nostalgia

  13. Mena De Rosa 17 dicembre, 2016 at 19:54 Rispondi

    Godeteli ogni momento della vostra vita con il passare degli anni le cose cambiano il legame si esaurisce avendo una loro vita noi mamme passiamo in secondo ordine ed ecco ke riaffiorano i ricordi e tanta nostalgia

  14. Virginia Ulisse 17 dicembre, 2016 at 23:23 Rispondi

    Solo quando si diventa mamme si comprende l amore e la dedizione di chi ti ha dato la luce. Mi viene da piangere pensando che quando andranno alle scuole medie inizieranno a desiderare di essere autonomi, a vergognarsi dei baci o delle coccole….. A desiderare di diventare grandi…… Ora gemellini miei avete sei mesi ed è volato il tempo ..,. Vi vedo dormire o vi sento ridere e desidero fermare il tempo……

  15. Moni Bertini 17 dicembre, 2016 at 23:51 Rispondi

    Chi é nonna ha visto tutto prima di voi questo film
    Godeteveli i cuccioli si é tutto vero
    Ma comunque vada voi lo amerete
    Date senza aspettarvi niente
    Ma sappiate che continuerete a dare e che la vostra speranza di avere da loro nient’altro che il loro amore non ci abbandonerà mai
    Siate buone madri almeno questo nel vostro cuore saprete con certezza che vi rimarrà

  16. Alessandra Casalino 17 dicembre, 2016 at 23:55 Rispondi

    Io sinceramente ho un figlio di 18 anni e non ho mai pensato e né lo faccio ora che un giorno se ne dovrà andare e a piangere ea rattristirmi non mi è mai passato nella testa….io ho sempre vissuto i momenti come si sono presentati con la più naturalezza, anche se ho passato tanti anni duri a causa di una separazione.. ed oggi che lui ha 18 anni continuo sempre ad essere presente nella sua vita senza opprimerlo ma con giuste regole, e se un giorno si allontanerà da me anche andando all’estero sarò solo e sempre felice per lui,ma non sarò una mamma ansiosa mai…. Perché tutti devono essere liberi di fare la propria vita …

  17. Maria Rosaria Lieto 18 dicembre, 2016 at 06:46 Rispondi

    Sono mamma di tre figlie già grandi. Due sono già fuori casa da tempo. ..ho creato un gruppo whats up solo nostro. L”ho chiamato NOI QUATTRO. Perché non voglio che questo filo invisibile che ci lega si spezzi. Durante la giornata arriva un messaggio dall’una o dall’altra. E per me è come se venissero ad abbracciarmi anche quando sono lontane.

  18. Giulia Prandi 19 dicembre, 2016 at 11:23 Rispondi

    Dopo 31 anni sono andata via da casa per iniziare una vita con il mio compagno.
    È stato ed è tutt’ora difficilissimo!
    Mi manca tutto di casa mia, averla vicino, la quotidianità…
    Ma purtroppo un dolore così solo il tempo aiuta

  19. Giulia Prandi 19 dicembre, 2016 at 11:23 Rispondi

    Dopo 31 anni sono andata via da casa per iniziare una vita con il mio compagno.
    È stato ed è tutt’ora difficilissimo!
    Mi manca tutto di casa mia, averla vicino, la quotidianità…
    Ma purtroppo un dolore così solo il tempo aiuta

  20. Giulia Prandi 19 dicembre, 2016 at 11:23 Rispondi

    Dopo 31 anni sono andata via da casa per iniziare una vita con il mio compagno.
    È stato ed è tutt’ora difficilissimo!
    Mi manca tutto di casa mia, averla vicino, la quotidianità…
    Ma purtroppo un dolore così solo il tempo aiuta

  21. Silvana Magnani 19 dicembre, 2016 at 18:52 Rispondi

    Io lo guardo e penso a quanto è bello a com’è cresciuto a come mi mancherà il giorno in cui se ne andrà , spero non troppo lontano da me, rivedo quel cucciolo che coccolavo , ora che ha 27 anni se mi avvicino per baciarlo mi guarda come se stessi per fare qualcosa di sconvolgente però quando torna a casa la sera la prima cosa che fa è cercarmi per salutarmi .però che nostalgia di quando era un cucciolo dolce ed affettuoso

  22. Silvana Magnani 19 dicembre, 2016 at 18:52 Rispondi

    Io lo guardo e penso a quanto è bello a com’è cresciuto a come mi mancherà il giorno in cui se ne andrà , spero non troppo lontano da me, rivedo quel cucciolo che coccolavo , ora che ha 27 anni se mi avvicino per baciarlo mi guarda come se stessi per fare qualcosa di sconvolgente però quando torna a casa la sera la prima cosa che fa è cercarmi per salutarmi .però che nostalgia di quando era un cucciolo dolce ed affettuoso

  23. Silvana Magnani 19 dicembre, 2016 at 18:52 Rispondi

    Io lo guardo e penso a quanto è bello a com’è cresciuto a come mi mancherà il giorno in cui se ne andrà , spero non troppo lontano da me, rivedo quel cucciolo che coccolavo , ora che ha 27 anni se mi avvicino per baciarlo mi guarda come se stessi per fare qualcosa di sconvolgente però quando torna a casa la sera la prima cosa che fa è cercarmi per salutarmi .però che nostalgia di quando era un cucciolo dolce ed affettuoso

Lascia un commento