Cucinare insieme: un ottimo modo per unire la famiglia

cucinare-insieme

Tutto di fretta, sempre di corsa, ci vorrebbero giornate di 48 ore! Quante volte ripetiamo queste frasi, se dobbiamo raccontare le nostre giornate? Eh sì, nella società moderna tutto è frenetico e senza sosta e noi veniamo travolti dagli eventi senza che nemmeno ce ne rendiamo conto.

Ed ecco che, in un batter d’occhio, i bambini diventano grandi, ben presto si allontano e ci accorgiamo di non aver passato abbastanza tempo con loro. Un buon modo per rafforzare il legame con i nostri figli e non lasciare che il tempo non ci schiacci con il suo passare inesorabile è quello di mettersi ai fornelli tutti insieme!

Cucinare insieme: arriva la moda della "cucina familiare"

Cucinare insieme, infatti, è un ottimo modo per accorciare le distanze e unire le persone. Come i numerosi programmi e talent show che si sono moltiplicati negli ultimi anni testimoniano, cucinare può essere una medicina che cura in maniera divertente! Concentrandosi su un piatto, infatti, si libera la mente e si collabora insieme per ottenere un buon risultato. Mai come in questo caso vale il detto “l’unione fa la forza”!

Il primo passo da fare, allora, è dedicare almeno un pomeriggio al mese alla “cucina familiare” (magari il sabato o la domenica quando è a casa tutta la famiglia) e liberare la creatività per dare vita a manicaretti deliziosi. Dovremo mettere in conto anche qualche piatto rotto o “infarinamenti” straordinari…questo è ovvio, ma la soddisfazione nell’aver realizzato qualcosa tutti insieme ripagherà ampiamente tutte le fatiche.

Cosa cucinare?

Insieme ai bambini decidiamo cosa cucinare: un primo, un secondo, un dolce, oppure sfiziosi antipastini…ogni piatto dev'essere scelto insieme, sia sfogliando i libroni delle antiche ricette della nonna, che cliccando sui blog specializzati.

E non importa essere chef pluri-stellati! Quello che conta è stare insieme e creare qualcosa di concreto…anche se, almeno all'inizio, potrebbe essere ben poco commestibile

3 comments

Lascia un commento