Curare l'autismo con la candeggina: l'ultima shockante follia

candeggina bambino autismo

Una soluzione micidiale a base di candeggina, ritenuta miracolosa, viene somministrata da alcuni genitori per curare l’autismo ai propri figli.

Una nuova pericolosa tendenza, nata negli USA e giunta in Gran Bretagna, si sta diffondendo a macchia d’olio sul web. La cosiddetta Miracle Mineral Solution è una soluzione ottenuta con acqua e ipoclorito di sodio, una sostanza molto simile alla candeggina, che viene utilizzata per curare l’autismo. Questa terribile creazione è il frutto della follia del santone inglese Danny Glass, ex tossicodipendente, che da qualche anno inventa soluzioni "alternative" per curare tutte quelle malattie che fino ad oggi la medicina non è riuscita a curare, come il cancro, la SLA e l’autismo.

Candeggina usata per curare i bambini autistici

L’elemento che più fa paura è il fatto che, molti genitori, che hanno saputo di questa "soluzione miracolosa", hanno realmente creduto di poter curare i loro figli con questo dannoso intruglio e hanno somministrato ai loro bambini questa soluzione pericolosissima per la salute.

Il Dott. Jeff Foster ribadisce ancora una volta che l’autismo è una malattia del neuro-sviluppo, che nasce già nell'utero e si manifesta nei primi anni di vita, e che non è causata da nessun batterio o patogeno, né tanto meno si cura con la candeggina. L’unica cura che potremmo dare ai nostri figli affetti da autismo è amore e pazienza.

Il folle inventore della Miracle Mineral Solution, secondo la sua teoria, ritiene che l’autismo è causato da agenti patogeni, e che l’unico rimedio da lui trovato per eliminarli, è appunto la candeggina. La candeggina viene utilizzata per sterilizzare l’acqua delle piscine e quella potabile, ma se ingerita dai bambini, anche in piccole quantità, è letale.

Molti genitori di bambini autistici, probabilmente disperati dalla gravità della malattia, hanno creduto realmente nelle potenzialità della soluzione e hanno adottato questo rimedio per i loro figli. Addirittura sui social alcuni di loro si scambiavano consigli sul metodo e le dosi da somministrare ai loro figli. L’intruglio veniva acquistato online al costo di 30 sterline.

21 comments

  1. Federica Mazzitelli 8 febbraio, 2018 at 17:48 Rispondi

    Non mi piacciono i commenti accusatori. È troppo facile giudicare dal di fuori, sarà per ignoranza o per disperazione o non voglio sapere nemmeno perché! Ma non date SEMPRE la colpa ai genitori. Chi lucra sui deboli fa solo schifo e và punito. E aggiungo visto che è una pagina di Mamme, senza però far polemica, ma vi chiedete perché tanti casi di autismo??? Ogni anno sempre più. Aspetto risposte!!

  2. Giovanna Rampa 8 febbraio, 2018 at 18:06 Rispondi

    Non sono commenti accusatori…..ci si chiede come si può arrivare a credere che la candeggina possa curare l’autismo??? . ..non ditemi la disperazione, perché per disperazione bisognerebbe rivolgersi a professionisti seri e preparati….non on line…
    Ovvio che chi lucra sulle disgrazie altrui è una m…a ( scusate il termine)…!!! Senza polemica buona serata!!

  3. Elena Boh 8 febbraio, 2018 at 23:59 Rispondi

    Funziona anche per curare la deficenza estrema di certa gente? Non tanto i genitori che l hanno acquistata anche se vabe ci va una testa vuota solo per arrivare a pensare di provare un simile rimedio….. ma di certo l inventore di questa genialata dovrebbe fare lui da cavia umana e bersene qualche litro chissà che non sconfigga intanto la sua idiozia

Lascia un commento