Frittata di pasta avanzata: il primo diventa un piatto unico

Il sole che bussa alle finestre ti fa venir voglia di un picnic all'aria aperta e – per coincidenza – hai in frigo un po’ di pasta del giorno prima?

Le due cose sembrano non c’entrare nulla fra loro, invece vanno a braccetto, sì perché la pasta avanzata può trasformarsi in un piatto unico perfetto per pranzare durante una scampagnata.

Cucinare con gli avanzi ci piace, è creativo e risparmioso, combatte lo spreco e ci aiuta a sperimentare nuovi piatti.

L'idea che ti proponiamo oggi è una frittata di pasta pensata per riciclare quel che è rimasto dal pranzo o dalla cena del giorno prima.

In questa ricetta usiamo degli spaghetti, ma va bene qualsiasi tipo di pasta (quella lunga, certo, è preferibile), che sia condita al sugo, al pesto o in altri modi non importa. 

Come tutte le frittate, anche questa può essere personalizzata a piacere: scamorza e prosciutto a pezzettini sono facoltativi, puoi sostituirli – ad esempio – con Emmental e pancetta o eliminarli, per una frittata più semplice e light.

 

Procuriamoci allora questi ingredienti e mettiamoci ai fornelli:

- 400 grammi di spaghetti 

- 5 uova 

- 100 grammi di scamorza

- 100 grammi di prosciutto a cubetti

- qualche cucchiaio di parmigiano (o se preferisci pecorino)

- sale 

- pepe

- olio d'oliva 

 

Preparazione

Un vantaggio di questa ricetta è che l'ingrediente base – cioè la pasta – è già pronto, il che ti farà risparmiare tempo. Sbatti le uova in una ciotola unendo poi il parmigiano, il prosciutto e la scamorza a pezzettini, infine sale e pepe. Mescola finché il tutto sarà ben amalgamato, quindi aggiungi gli spaghetti e falli legare agli altri ingredienti.

Intanto, scalda un po' d'olio in padella e versaci poi il composto, distribuendolo uniformemente. Copri con un coperchio e lascia cuocere per 10 minuti, dopodiché gira la frittata per farla dorare anche dall'altro lato. A questo punto togli il coperchio e tieni ancora sul fuoco per 5 minuti circa. Quando è pronta, la frittata si staccherà con facilità dal fondo della padella e non ti resterà che impiattarla, tagliarla a spicchi e... metterla in tavola.

Buon appetito

 

Lascia un commento