La giornata di una mamma in vacanza

mamma vacanze mare

Sono le 7 di mattina e vieni svegliata da qualcuno che piomba nel tuo letto, o che si lamenta perché vuole il latte, o perché accende la televisione. Ti eri illusa che la baby dance, il gelato, la passeggiatina e il parco giochi avessero rimandato di un po’ la sveglia ma no, inutile sperare inutilmente: anche se vanno a letto a mezzanotte dopo aver corso la maratona di Gatteo a Mare, loro si sveglieranno comunque presto, e tu con loro

Ogni giorno ti dici che ne approfitterai per andare presto in spiaggia, perché “le prime ore sono le migliori”, ma rimandi sempre al giorno dopo perché “oggi sono troppo stanca, non ce la posso fare”. Poi arriva il giorno dopo, ti alzi a fatica, i bambini hanno già distrutto la casa, il tempo che cambi uno, prepari l’altro, urli di sbrigarsi, prepari la borsa, la borsa dei giochi, spalmi le creme, ti metti il costume, ti metti un altro costume, ti metti il pareo perché ti vedi grassa, ti togli il pareo perché ti vedi vecchia, vada per il pantaloncino da mestruo che almeno hai la scusa per tenerlo anche se sei già in menopausa, il tempo che esci come al solito sono le 11

In spiaggia ci arrivi carica come un mulo, gridando ad uno di muoversi, all’altro di non muoversi troppo, mentre tu arranchi con il salvagente a mò di Dior, ti accorgi di essere uscita in ciabatte, sulla maglietta hai una macchia di latte e biscotti ma tanto la sacca dei giochi ti copre e nessuno la noterà. Finalmente sei all’ombrellone, è arrivato il momento di rilassarsi un po’, apri il libro di 50sfumaturedimamma per fare il primo test e scoprire che mamma sei e niente, nemmeno il tempo di leggere il titolo ed eccolo, lui, il primo urlo: l’ha cacciato tuo figlio minore perché il fratello gli ha rubato la paletta, non senza avergliela prima tirata ben in testa. Sedi la lite, cosciente degli sguardi di reprimenda delle vecchiette intorno a te (che poi diciamocelo, ma 'ste nonne non ce li hanno avuti dei figli?!), torni sul tuo bel lettino che nel frattempo una folata di vento ha riempito di sabbia, riprendi il tuo bel librino, riesci finalmente a leggere la prima domanda del primo test ma una vocina stridula grida il tuo nome, no, non il tuo, quel nome lì che ti identifica: MAMMA. Non è tuo figlio, tuo figlio in fondo è… oh cacchio, dov’è tuo figlio?!

Dopo averlo ritrovato è già ora di pranzo. Ma loro no, non possono aspettare, quindi tiri fuori le provviste che nemmeno dovessi partire per il giro del mondo e sulla strada dall’ombrellone a casa (200mt) loro si mangiano tre focaccine, una banana, due succhi. Tu, dopo aver visto la 20enne indossare lo stesso costume di Calzedonia che hai addosso decidi che non mangerai più per i prossimi dodici anni.

Infatti a pranzo meglio riscaldare la caponata, tanto è verdura. 

Dopo pranzo c’è la siesta, che ora che sei riuscita a farli addormentare entrambi sono già le 16.45 e va be’, che vuoi che sia, sei riuscita a malapena a rassettare la cucina e il resto del tempo puff, nemmeno il tempo di finire un test o sfogliare Novella2000, ma almeno starai in spiaggia alle ore migliori, quelle del tramonto, meraviglia e giubilo. 

La sacca dei giochi l’hai lasciata lì, mica sei scema, la maglia sporca te la sei cambiata, i bambini sono calmi e riposati. Sicuramente potrai goderti uno spritz in santa pace. Ti abborda persino un papà seduto due ombrelloni più in là, ti senti fighissima, il sole brilla ma non brucia, profumi di crema, sei al top, in fondo la giornata è iniziata di merda ma dai, finirà sicuramente… in merda. Quella che tuo figlio ti riporta nel costume come fossero biglie. Tu ti scusi col fusto, infili tutto, figli compresi, nella sacca dei giochi e te ne torni a casa, altro che spritz.

Ma in fondo c’è sempre la baby dance, no?!

52 comments

  1. Eleonora Orfei 29 giugno, 2017 at 14:26 Rispondi

    Vabbe dai troppo drammatica!!! Noi sveglia alle otto e mezza e poi per le dieci al max eravamo al mare..certo non mi sono mai sdraiata e non ho preso nessun aperitivo ma a due anni ci sto e ne sono felice!

    • Ilaria Liut 29 giugno, 2017 at 17:03 Rispondi

      L’anno scorso anche io, aveva quasi un anno e in vacanza si svegliava alle 5 ogni mattina. Quindi appena tutti erano svegli verso le 7-7.30 ci preparavamo e andavamo, ma ci stavamo un attimo mezz’oretta e tutti avevamo fatto colazione e messo il costume. Tanto alla bimba dovevo solo cambiare il pannolino… e il mare era a 300 metri. Mentre dove vivo è più difficile, ho mezzora solo di viaggio e non sempre trovo parcheggio tanto facilmente. Secondo me se si vuole, ci si riesce benissimo!

  2. Alessandra Elle 29 giugno, 2017 at 16:55 Rispondi

    Mia figlia al mare se non sono le 9 non si sveglia…e infatti non si sveglia proprio, la devo chiamare 100 volte per farla alzare e intanto che si alza, fa colazione, si lava e si mette il costume in spiaggia non stiamo mai prima delle 10.30! E quest’anno ci sarà anche il fratellino che avrà quasi 5mesi 😱😱😱😱😱

  3. Ilaria Liut 29 giugno, 2017 at 17:00 Rispondi

    Al momento ne ho solo una, ma se la mattina so che voglio uscire di casa presto la metto a nanna prima. Normalmente a nanna 8.30/9 e sveglia verso le 9. Se voglio che si sveglia prima lascio che casa a dormire anche alle 8. La mattina sveglia, colazione e tempo 1 ora al massimo siamo fuori. Non e5raro che si sveglia alle 8 e alle 8.30 siamo fuori casa. Dipende tutto dalla giornata e in ogni caso le regole le fanno i genitori, non i figli. Andare al mare alle 9-9.30 per noi non ha neanche senso, ora che arrivo e parcheggio arrivano le ore calde e dovrei già tornare a casa… o si va presto o non si va proprio!

  4. Roberta Emma 29 giugno, 2017 at 18:07 Rispondi

    Sicuramente per chi ha due Figli è così..anche se questo articolo lo trovo esagerato…ho una bimba di due anni…di certo non è più come una volta che prendevo sole e bevevo cocktail,però sono felicissima nel vedere mia figlia entusiasta di stare al mare!!!

  5. Veronica Carletti 29 giugno, 2017 at 18:34 Rispondi

    Io ero in spiaggia alle 8 anche senza figlia!!!! Se devo uscire tardi non esco proprio perché nelle ore calde la spiaggia è off limits…..E prima delle 5 non ritorno al sole…..Sarà così anche con mia figlia 😀😀😀

  6. Minnie Love 29 giugno, 2017 at 19:18 Rispondi

    18 mesi in spiaggia alle 8.45 circa undici e mezza vengo via… Ma ne abbiamo a basta tutte e due.. io di corrergli dietro e lui stanco.. ovvio non è più come prima che uno stava tutto il gg sulla sdraio ma per loro si fa tutto.. crescono così in fretta che…

  7. Fata Dei Sogni 29 giugno, 2017 at 21:22 Rispondi

    Con le temperature di questi ultimi anni io mi sento davvero male se devo fare andata e ritorno al sole. Se ci vado con mio marito prima delle 11 non ci si muove. Si rotola in casa tra caffe’ e la solita domanda….e dove sta il mio costume da bagno…? E I sandali mare? Eh…. ufffffff. Allora preferisco un borsone velocissimo, due teli mare, bottiglia di acqua, 2 bicchieri, due toast, il solare bimbo, ed io e mio figlio per le 8.30 siamo in auto e ci andiamo soli. Se vuole ci raggiunge dopo.

  8. Valentina Foti 30 giugno, 2017 at 01:02 Rispondi

    Troppo vero!!! E una sola figlia al momento basta… in una settimana non ci siamo fatti mancare una nuova visita pediatrica causa dermatite e allergie di nuovo sbucate fuori (proprio questa settimana di ferie e “relax”)! Domani mattina mare presto (sveglia alle 5 per cercare di arrivare per le 8), tornerò a lavoro più stanca di prima… 😩😂🤦🏼‍♀️ e tu come me Gianluca! 🤣😭😭

  9. Debora Capriotti 30 giugno, 2017 at 13:23 Rispondi

    Ma come fate a portare I vostri figli alle dieci e oltre al mare mah….Io max 7/8sto al mare10.30 gia’si sta a casa ho solo una.bimba di un anno e mezzo che nn si ferma mai…quindi o una cosa o l’altra si va poco al mare xche’gia’se si sveglia alle sette si parte alle nove e gia’e’tardi….poi sara’che pure noi sopportiamo poco il caldo sara’che io soffro pure eritema….e pm qualche v.dalle cinque alle sei e mezza…xche’poi tra bagno e mang.

Lascia un commento