Giovanna Fatello morta in sala operatoria: l'anestesista al bar

Quando muore un bambino, mancano sempre le parole per dire di che tragedia si tratti. Ma quando una bambina di dieci anni muore per negligenza dei medici, le parole ci sono eccome: Assassini.

Giovanna Fatello aveva 10 anni quando si è sottoposta ad un operazione di routine al timpano: operazione che le è stata fatale. All'inizio i medici hanno dato la colpa ad un’allergia sconosciuta, ma a distanza di qualche anno sta venendo fuori la verità.

L’anestesista (si chiama Dauri, facciamoli i nomi), secondo testimoni, era al bar a prendere un caffè con le amiche. Il dottor Francesco Santilli, presente in sala operatoria, non ha gestito correttamente le vie aeree della bambina e non si è accorto che ha avuto una crisi respiratoria, andando in arresto cardiaco.

Non solo. Dopo aver letteralmente buttato via la piccola vita di Giovanna, hanno falsato la cartella clinica per uscirne puliti.

Ora ci auguriamo tutti che queste persone paghino per quello che hanno fatto, ma soprattutto che lo Stato impedisca loro di uccidere di nuovo. Purtroppo però nessuno restituirà più Giovanna alla sua famiglia.

 

Lascia un commento