Il cesareo è diventato un gioco, da apprezzare o condannare?

Navigando qua e la' ci si imbatte spesso in curiose news e simpatici video, aforismi veritieri e anche videogames per tutti i gusti: se i siti di giochi online non sono certo una novità nel panorama del web, i giochi proposti invece sì.
Accanto ai soliti sparabolle e corse con le macchine non mancano proposte giochi con i personaggi del momento per i più piccoli e... anche simulazioni di parto cesareo.

Proprio così: fra i milioni e milioni di giochi, è anche possibile trovarne uno che ci permette di indossare i panni di un chirurgo ed effettuare un parto cesareo: le indicazioni (in lingua inglese) della nostra assistente sono un valido aiuto e, passo dopo passo, possiamo davvero far venire alla luce un bambino, anche con un pizzico di emozione

Un gioco di questo genere non può non suscitare interrogativi: è da apprezzare o da condannare?

Rispondere non è semplice: da una parte è pur vero che di temi e argomenti per sviluppare nuovi giochi non mancano di certo e, quindi, è proprio necessario degradare a gioco il momento più importante di una donna e del suo bambino?
Dall'altra parte, è pur vero che si ha paura di quello che non si conosce: un gioco, per quanto realistico, non è mai impressionante quanto un video e, per molte future mamme, potrebbe essere un espediente per visionare in maniera diversa quello a cui vanno incontro.

Oltre a discuterne dell'utilità o meno di un gioco come questo, conviene anche porsi la domanda se sia giusto che venga messo a disposizione dell'utenza di un sito di videogiochi destinato a tutte le età, in cui facilmente anche un bambino può incappare: a tutela della fascia più debole dei giocatori, andrebbero senz'altro posti almeno degli avvisi per limitarne l'accesso.

Lascia un commento