Il terzo segreto di Fatima: di cosa parlano le mamme?

Ogni volta che ci capita di trascorrere del tempo con altre mamme (magari in maniera semi-coatta perché siamo state invitate ad una festa coi pargoli) gli uomini presenti se ne escono con la solita frase: ma perché parlate tra voi e che avrete sempre da dirvi?

Ecco: in questo post vi svelo il terzo segreto di Fatima. Di cosa parlano le mamme quando sono insieme??

Ora, in linea di massima, le mamme prese singolarmente hanno tanti interessi diversi. C’è quella che va in palestra, quella impegnata in parrocchia, quella che fa politica. Ci sono mamme lettrici appassionate e altre che adorano il fai da te. Eppure se due o più mamme trascorrono del tempo insieme,  inevitabilmente, invariabilmente e senza scampo gli argomenti discussi saranno questi.

  • Il parto

Vengono riesaminati nell'ordine: capacità del ginecologo, centimetri di dilatazione (o motivazioni del parto cesareo), numero punti (spesso sufficienti a chiedere l’intero set di pentole) tempo di degenza, compagne di stanza. Con tanti e tali particolari da fare da perfetto anticoncezionale alle donne presenti che non hanno ancora figli.  Per noi madri è catartico: ogni volta che lo raccontiamo, cancelliamo un po’ di dolore e ci sentiamo un po’ meglio.

  • L’allattamento

Matematico: ognuna parla della sua esperienza con la segreta certezza di essere stata l’unica a fare una scelta davvero intelligente. Tutte le altre hanno allattato troppo, o troppo poco ( o dato ciuccio/biberon che poi è uguale).

  • Le malattie

Spesso nei primi anni di vita di un figlio, una madre cura talmente tante malattie che potrebbe chiedere l’abilitazione come medico condotto. Parlarne con le altre funziona da corso di aggiornamento.

  • I percentili

Nostro figlio è sempre quello che sta al 90° percentile ma dell’anno successivo, e poi sarà quello che a tre anni legge e scrive, a 15 è pronto per l’università e bla bla.  Ma che c’è di male? Un po’ di sana competizione aiuta a scaricare i nervi!

  • L’alimentazione

Ma il tuo mangia? E fa davvero tenerezza la mamma preoccupata per il figlio inappetente che in quel momento si strafoga a 4 ganasce sul buffet.

  • A quando il prossimo?

Chiudiamo con un grande classico! Anche se siamo arrivate alla festa con 4 figli, ci sarà sempre una buontempona che avrà la faccia tosta di chiederci quando facciamo quello dopo.  A questo punto la tradizione vuole che, se per caso c’è anche nostro marito, dobbiamo chiamarlo con una faccia tra l’ammiccante e il gioioso: Amoreeee, qui ci chiedono a quando il prossimo!

Ecco finalmente anche voi uomini avete la possibilità di dire la vostra: le mamme vi interpellano, serve quindi una risposta memorabile. Una di quelle frasi che le lascino lì, sognanti a sospirare sulla fortuna di avere un compagno come voi.

Quindi Voi, quello richiamato all'ordine, dopo aver parlato tutto il pomeriggio (in base alla stagione) di inizio campionato o campionato, o Champions, o campagna acquisti estiva, alzerete la testa, darete di gomito agli amici, vi schiarirete la voce e come da prassi commenterete: quando vuoi, il colpo è sempre in canna!

Capito, adesso,  perché si parla tra di noi?

1 comment

Lascia un commento