Ilary Blasy e la tinta in gravidanza: cosa non si fa per pubblicità...

A pochi mesi dal parto, la bella Ilary Blasi è comparsa in alcune immagini ancora più bionda: e giù subito una pioggia di critiche.

Perché una delle cose che ha sempre specificato il ginecologo (perlomeno il mio) era che effettuare una tinta in gravidanza poteva dare fastidio al bambino, perché le sostanze chimiche usate andavano dirette attraverso i capelli fino a lui. Meglio quindi usare l'hennè, che è invece un prodotto naturale.

Ma Ilary lo ha fatto solo per incoscienza? Forse invece lo ha fatto per lavoro. Infatti insieme alle sue immagini gira anche il prodotto, che viene dichiarato assolutamente perfetto per le donne in gravidanza.

Ora, qui non lo citeremo. Perché prendersi cura dei propri capelli, è diritto di ogni donna: ma rischiare (anche magari in una percentuale pari QUASI a zero) la salute per piccolo per fare pubblicità per una nuovo prodotto per capelli, ci sembra francamente assurdo.

E già Ilary, sarai pure una Iena: ma stavolta non sei stata affatto una volpe!

27 comments

  1. Anonimo 19 gennaio, 2016 at 19:32 Rispondi

    La tinta in gravidanza non nuoce al nascituro. Ormai esistono prodotti leggeri! Eventualmente si possono manifestare allergie sulla cute della madre. Io ho sempre fatto le tinte in gravidanza!!!

  2. Elsa Sangre 19 gennaio, 2016 at 22:38 Rispondi

    Non è scientificamente provato che faccia male. Io l’ho fatta per tutti i 9 mesi e non mi sento una madre degenere per questo. Ma voi vi rendete conto di quello che scrivete? Parlate a centinaia di persone iscritte alla vostra pagina che magari vi credono pure! Ma documentatevi prima di fare certe affermazioni!

    • Chiara Casella 20 gennaio, 2016 at 11:29 Rispondi

      Non ho letto l’articolo ma dire che la Blasy sia solo una valletta é fuori luogo! Può piacere o meno! Io.la trovo bellissima, fa bene il suo lavoro, non c’è gossip su di lei.

  3. Nicoletta Lucarelli 20 gennaio, 2016 at 16:11 Rispondi

    L’articolo è fuorviante e sembra scritto 20 anni fa! Ad oggi ci sono tinte completamente prive di ammoniaca anche per ottenere il biondo e nonostante ciò basta applicare il colore staccandosi un po’ dalle radici perché nessun componente venga a contatto con la cute e possa passare al bambino! Informatevi prima di scrivere sciocchezze, perché una futura mamma deve potersi dedicare al proprio aspetto anche in gravidanza! Io ho fatto i colpi di sole al sesto mese, ho informato la parrucchiera che ha fatto partire il colore leggermente più in basso del solito, giusto per scrupolo, nulla più!

Lascia un commento