L'immagine che la mamma ha di sé influenza l'allattamento

percezione del corpo della mamma e allattamento al seno

L'allattamento al seno non è una pratica così comune come sembra, anche se è fondamentale per i primi mesi di vita del neonato. Esistono, però, dei fattori psicologici, come l'immagine che la mamma ha di sé, che possono influenzare questo importante momento di nutrizione.

Un'immagine positiva di sé aiuta l'allattamento al seno

Molte mamme non vengono supportate nei primi giorni di vita dei loro bambini e le prime difficoltà che si riscontrano nell'allattamento al seno scoraggiano. In molte abbandonano subito la pratica, perché vedono che hanno poco latte o che il bambino non riesce ad attaccarsi bene e non si sforza nella suzione. Esistono altri fattori che condizionano l'interruzione della nutrizione attraverso il latte materno e sono principalmente psicologici. Una recente ricerca, pubblicata sul British Journal of Health Psychology, ha dimostrato che l'immagine del corpo che una mamma ha di sé può influenzare l'inizio e la durata dell'allattamento al seno. Chi ha una percezione positiva ha più probabilità di proseguire a nutrire il bambino personalmente. Chi ha una visione negativa del proprio corpo interrompe prima questa opportunità.

I benefici dell'allattamento al seno

L'allattamento al seno è fondamentale non solo perché meno costoso e crea un legame unico tra mamma e figlio, ma anche per una serie di benefici che offre a lungo termine ad entrambi.

Il latte materno, a partire dalle prime gocce di colostro, ha nutrienti unici che possono proteggere il piccolo da infezioni intestinali e respiratorie, promuove lo sviluppo cognitivo, crea delle difese naturali da allergie, celiachia e dall'obesità infantile.

Anche per la mamma ci sono molti vantaggi come un minor rischio di tumore alle ovaie e al seno, l'aiuta a perdere peso, riduce le possibilità della donna di imbattersi nella depressione post partum e ultime ricerche dimostrano che diminuisce le probabilità di sclerosi multipla. Queste numerose opportunità, però, se non collegate a un'immagine positiva del proprio corpo non vengono prese in considerazione.

Il benessere psicologico della mamma è indispensabile: voi come avete vissuto l'allattamento al seno?

29 comments

  1. Giusy Giordano 8 agosto, 2017 at 14:09 Rispondi

    Un esperienza straordinaria… unica,difficile fin da subito ma fortunatamente ho avuto l intelligenza di farmi aiutare da chi aveva più esperienza di me…
    Due anni faticosi, ma la gioia e l intensita di quel legame mi hanno ripagata di tutto… ❤ ❤ ❤

  2. Elena Balaur 8 agosto, 2017 at 14:27 Rispondi

    Nonostante i primi giorni non avevo latte e non sapevo nemmeno come attaccare la bambina al seno..ho continuato a provare e provare piangendo,finché non sono riuscita.
    Essere mamma e allattare il proprio bambino al seno è la cosa più bella del mondo.
    Per l amore dei figli si fa qualunque sacrifico.

  3. Ely Liaci 8 agosto, 2017 at 14:35 Rispondi

    Un pò traumatico per ragadi e mastite con febbre a 40 per 3 volte.Ho resistito e non ho mollato.Alla fine l’ho allattata per 13 mesi e staccata per mia scelta.La stanchezza si faceva sentire.Ma sono orgogliosa così!Oggi compie 2 anni la mia piccola😍😊

  4. Saccio Giusy 8 agosto, 2017 at 14:35 Rispondi

    Per me è stato difficile anche perché dopo nemmeno 1 settimana il piccolo è andato in ospedale…alla fine niente di grave ma non ero tranquilla e questo ha influito tanto gli ho dato solo 20gg il mio latte ma l’ho attaccato solo 1 settimana…

  5. Livia Louboutin Cocozza 8 agosto, 2017 at 15:09 Rispondi

    L’allattamento è l’esperienza più bella del mondo se riesci a superare tutte le paure e le insicurezze delle prime settimane (e in realtà oltre).. purtroppo ci sono tante cose della gravidanza e dell’immediato post-parto che, non so perchè, nessuno ti dice creando un senso di inadeguatezza assolutamente sbagliato. Ho pensato tante volte di smettere ma non ho mai voluto rinunciare a quel momento magico solo nostro.. continuare ad essere nutrimento per il mio piccolo come durante la gravidanza.. ma la percezione del mio corpo non c’entra nulla, al momento non ci penso o almeno non me ne frego più di tanto dei chiletti che devo ancora perdere!!

  6. Renata Pistritto 8 agosto, 2017 at 15:57 Rispondi

    È lo scarso sostegno delle persone che ti circondano ad influenzare l’allattamento. L’allattamento ha bisogno di una sola cosa: di FIDUCIA. Soprattutto da parte di chi sta accanto alla mamma!

  7. Elena Balaur 8 agosto, 2017 at 16:46 Rispondi

    Credetemi mia figlia ha solo due mesi ma non riesco stare senza lei nemmeno 2 minuti.Sono cosi felice di averla che neanche la fame o il sonno riesco a sentirle.Essere mamma è veramente qualcosa di molto unico e grandioso.

  8. Gessica Piras 8 agosto, 2017 at 18:12 Rispondi

    2 mesi e mezzo di ragadi dovute all’attaccamento rabbioso del bimbo perché soffriva di coliche…non ho mai pensato di mollare..quindi 2 anni di allattamento..ed ora allatto di nuovo un bimbo di quasi un mese..ed va benissimo…credo che farò come col primo…ma senza ragadi grazie al fatto che ho allattato per due anni e comunque con la passione con la quale solo una mamma può sapere…perché è il momento più bello che ci sia insieme alle nostre creature..ed è rilassante..

  9. Teresa Scialla 8 agosto, 2017 at 22:54 Rispondi

    Parto cesareo il latte non c ‘era ma nn ho mai pensato nemmeno un attimo di mollare …. tiralatte impacchi massaggi mastite febbre a 40 per ben 3 volte e poi un giorno dopo la febbre arriva il latte …. io felicissima e da quel giorno nn ci siamo staccate più…. è il nostro momento e vorrei rimanesse cosi ancora per parecchio … oggi alessandra a 10 mesi e cresce una meraviglia ….è dura visto ke la notte si sveglia ancora ogni 2 ore perche vuole il latte ma mi basta guardarla per vedere come cresce e
    Tutta la
    Stanchezza svanisce …. non mi importa o quanto meno cerco di nn persarci ai kili in più e soprattutto quanto mi guardano e dicono ma allatti ancora ????io rispondo con un sorriso a 42 denti SI

  10. MenaeSaverio Derosasica 9 agosto, 2017 at 15:52 Rispondi

    Mess per le Mamme con esperienza allatto da quasi sei mesi come avete fatto è proceduto per lo svezzamento? Non voglio smettere ma da settembre lavoro solo la.mattina. pertanto è importante fare un buon svezzamento così potrò continuare a fare il.latte a colazione il pomeriggio a la notte. Tra l altro mio figlio è allergico al.latte formulato dato una sola volta due mesi fa xke rimasta coinvolta in un incidente e lui era a casa con la.zia. Non potendo rientrare subito prese 60 ml di latte formulato: risulta o orticaria e angioedema. Quindi devo per forza ma con tanto piacere fare latte materno. Grazie a chi mi dirà come fate e suggerimenti per un buon svezzamento

Lascia un commento