Jonas muore a 3 mesi di pertosse prima di fare il vaccino

Jonas, 3 mesi, il 30 luglio si è spento in Germania dopo aver contratto la pertosseLa sua mamma, nonostante la disperazione, ha deciso di dare un senso a questa morte cercando di sensibilizzare la gente in favore dei vaccini.

Una stella volata via

La tragedia di Jonas inizia dopo cinque settimana dalla nascita. Lui era arrivato al mondo prematuro, e pesava poco più di un chilo, ma si era ripreso bene e dopo un mese e mezzo la famiglia aveva potuto finalmente portarlo a casa.

Dopo appena una settimana, aveva però iniziato ad avere il raffreddore, che in seguito si era aggravato. Ha lottato per settimane ma alla fine il suo corpicino si è arreso.

La beffa

 Jonas muore il 30 luglio di pertosse: e il 7 agosto i suoi genitori avevano già preso appuntamento per vaccinarlo. Ma la pertosse non ha lasciato scampo.

 Ora la mamma ha iniziato a sensibilizzare i più restii a vaccinarsi: perchè solo grazie all'immunità di gregge si protegge i più fragili. Ma in tanti ancora non ci credono.

96 comments

  1. Maria Carlotta Rolando 11 agosto, 2016 at 15:01 Rispondi

    R.i.p. Piccolo anche se mi sembra davvero una morte ingiusta!!!ok si è parlato di vaccino e autismo ma non ci sono prove certe!!.!tutti ad accusare i vaccini come se fosse una moda letta dai giornali! Ma si parla di vite umane!se la scenza ci aiuta xche vogliamo tornare al medioevo!!!A cosa servono medici studiosi che fanno tanto !!!Io ringrazio la scenza xche ha dato una vita migliore al mio bimbo ma non capisco chi non accetta tutto questo e mette in pericolo la loro vita e quella degli altri!!!

    • Barbara Babi Rossi 11 agosto, 2016 at 16:22 Rispondi

      ma cosa c’entrano gli antivaccinisti, come lo chiami tu, con questo caso?! il vaccino lo doveva fare la settimana dopo, ti da appuntamento l’asl per farlo quando è il momento giusto. se il bimbo prende il virus prima che fai?!??! secondo te è la mamma che non ha voluto vaccinarlo?! suvvia, non accusiamo a destra e a manca senza cognizione!

    • Katja D'Armi 11 agosto, 2016 at 16:27 Rispondi

      Barbara Babi Rossi c’entrano eccome! L’immunità di gregge è scesa grazie agli antivaccinisti! Bambini che non si possono vaccinare perché troppo piccoli o perché affetti da qualche malattia autoimmune sono a rischio grazie a loro!

    • Alessandra Santamaria 11 agosto, 2016 at 17:00 Rispondi

      Se aveste anche voi un figlio che ha avuto dei problemi a causa di un vaccino forse studiereste un pochino senza sputare sentenze. Mi fanno davvero arrabbiare tutte queste cattiverie gratuite e informazioni a casaccio su come funzionano i vaccini!
      Un vaccinato può essere un problema per chi non può vaccinarsi in diversi casi.
      I danni da vaccino di varia entità sono tantissimi e non li auguro a nessuno, potrebbero essere diminuiti drasticamente se venissero rivisti i calendari vaccinali personalizzando.
      L’immunità donata dal vaccino non è provata, sarebbe necessario fare esami anticorpali per verificare se si è stati immunizzati dai vaccini oppure no, spesso i vaccinati si ammalano delle stesse malattie per cui dovrebbero essere immuni.

      Potrei continuare! Se volete confrontarvi per insultare e sparare a zero strumentalizzando una notizia così straziante per sfogarvi contro chi non vaccina siete sulla strada sbagliata; tutti volgiamo solo il meglio per i nostri figli e le campane da ascoltare sono più di una e sono autorevoli. C’è sempre il giusto compromesso che può limitare i danni.

      In ogni caso a 3 mesi anche con la prima dose di vaccino la sua sorte sarebbe stata la stessa, l’immunità arriva verso gli 11 mesi seguito dei richiami e , come detto, non è sicuro.

    • Ilaria Liut 11 agosto, 2016 at 19:23 Rispondi

      A me non frega più niente di essere cattiva, perché a leggere certe cagate mi viene una rabbia assurda!!! Conosco i casi di “conseguenza da vaccino”, tre quarti non sono realmente legati al vaccino, bensì a problemi di salute. Io comunque spero con tutto il cuore che tutte le persone che non vaccinano “per moda” gli si ammalino i figli di qualche malattia che non avrebbero preso se avessero fatto il vaccino!!! Ah e comunque oltre a conoscere le conseguenze da vaccino conosco molto bene pure le conseguenze se non si vaccina, infatti mia figlia ha rischiato di morire per colpa di un vaccino non fatto!!! Non auguro a nessuno un figlio con problemi di salute, ma avendo visto mia figlia rischiare di morire 3 volte in 3 mesi preferirei un figlio in sedia a rotelle ma vivo piuttosto che morto!!! Se voi preferite un figlio morto allora lasciateli morire, ma uccidete i vostri di figli, non gli altri!!!!

    • Ilaria Liut 11 agosto, 2016 at 19:35 Rispondi

      L’autismo non è legato ai vaccini ed è infatti chi ha messo in giro questa voce è stato radiato dall’albo. E poi che ne sai dei problemi di mia figlia??? L’autismo lo conosco molto bene purtroppo!

    • Andrea Figallo 11 agosto, 2016 at 23:12 Rispondi

      Ilaria Liut I giochi non sono mica finiti. La ricerca scientifica continuerà sempre, per molti anni. Non vorrei mai che tra 50 anni si scoprisse che quelli radiati dall’albo erano quelli che avevano avuto l’intuizione giusta. Sarebbe davvero terribile. Inoltre, la scienza non conosce origine e cause di problemi come l’autismo. E non conoscendone l’origine, mi sembra affrettato negare che cosa NON ne è la causa. Spero di vivere abbastanza a lungo per vedere cosa la scienza scoprira’ fra 30 anni.

    • Ilaria Liut 12 agosto, 2016 at 06:34 Rispondi

      Infatti l’autismo è genetico, infatti esistono casi di bambino autistici non vaccinati! E comunque se sai leggere cara Sara non ho augurato la morte di nessuno, ho detto che spero che a questi genitori ottusi che si fidano di parole dette da ciarlatani possano ricredersi vedendo i figli malati e dire “oh che scemo, magari se facevo il vaccino a quest’ora mio figlio stava bene!”. Quindi prima di dire agli altri “taci”, impara a leggere!! Finora la ricerca ha scoperto che l’autismo è genetico, conosco famiglie con ben più di 2 figli autistici, di cui almeno la metà non vaccinati proprio a causa di questa credenza. E dopo accurati esami medici hanno scoperto che la causa è genetica, quindi possono fare tutti i figli di questo mondo e non vaccinarli, ma le probabilità che siano autistici saranno comunque alte!

    • Martina Biondi Riikonen 12 agosto, 2016 at 08:42 Rispondi

      Andrea Figallo guarda che il medico radiato dall’albo ha ammesso di esser stato pagato per scrivere cose FALSE, quindi uno studio scientifico INVENTATO. Non credo proprio che tra 50 anni la scienza darà credito ad uno studio inventato. Oltretutto che cosa esattamente nei vaccini dovrebbe causare l’autismo?

  2. Barbara Peron 11 agosto, 2016 at 15:14 Rispondi

    Il mio bimbo ha preso il morbillo un mese prima del vaccino. E’ stato talmente potente che gli ha preso i polmoni e non riusciva a respirare!! Qui si tratta di salvare i bambini e non come si sente in giro di provocare malattie particolari!! Non sopporto questa “moda” antivaccini!

    • Mascetti Valeria 11 agosto, 2016 at 23:05 Rispondi

      Un soggetto vaccinato di pertosse può essere portatore sano pur non prendendo la pertosse, te la passa a te e lui non la fa. Un soggetto non vaccinato se fa la pertosse non potrà mai essere portatore sano, quindi infetta solo nel momento in cui è infettato anche lui.

    • Maria Lucia Catanossi 12 agosto, 2016 at 04:14 Rispondi

      Esatto. La differenza sta nel fatto che se uno è malato di pertosse in teoria lo sa lui stesso e dovrebbe starsene isolato. Se invece porta il batterio senza ammalarsi nessuno può prevederlo e così può contagiare neonati e immunodeficienti. Essere informati sui vaccini significa sapere anche queste cose senza sparare a zero sui non vaccinati sempre e comunque. In questo caso l’immunità di gregge proprio non protegge chi non ha fatto il vaccino o è immune.

  3. Maria Carlotta Rolando 11 agosto, 2016 at 16:00 Rispondi

    Il mio secondo bimbo con la terapia che fa no può fare i vaccini vivi ..quando non sspevamo ancore che cosa avesse e facendo i vaccini stava malissimo io ero una belve!!e non capivamo stava male solo vicino a persone con un raffreddore li regiva con rasc cutaneo dolori e io pensavo fossero i vaccini forse anche condizzionata da tutto quello che di sente!! Ma arrivata in fondo grazie ai medici hanno trovato una anomalia genetica con variante sconosciuta classificata nelle malattie autoingiammatorie e autoimmuni….Io credo che a volte e’ meglio andare a fondo alle cose!!!e ora che molto vaccini non li può fare xche sarebbero pericolosissimi io sono preoccupatissima!!prevenire e’ meglio che curare come diceva la mia nonna!

    • Cinzia Funcis 11 agosto, 2016 at 16:22 Rispondi

      E’ proprio per i bimbi con questo tipo di problemi che tutti dovrebbero essere vaccinati. Chi non vaccina mette in pericolo di contagio queste persone, che anche volendo, non possono vaccinarsi

    • Ilaria Liut 11 agosto, 2016 at 19:16 Rispondi

      Come dice Cinzia, i bambini “sani” andrebbero vaccinati per tutelare o bimbi con problemi di questo tipo. Perché il giorno che tuo figlio andrà in asilo e il compagno non vaccinato (non per motivi di salute) gli passerà qualche malattia, tuo figlio rischierà. O ancora peggio, cosa che fa tanta paura anche a me, se mia figlia (vaccinata per fortuna) mi porta a casa dall’asilo una pertosse presa dal compagno non vaccinato (sempre non per motivi di salute!) e la passa al fratellino appena nato, io dico sempre, faccio un putiferio, perché finché un genitore sceglie di non vaccinare, se suo figlio si ammala e muore è stata una mancanza del genitore (ovvio mi dispiace se muore un bimbo, in fondo la sua colpa è aver un genitore che ha scelto per lui cosi), ma se a rimetterci la vita sono neonati non ancora in età da vaccino o bambini come il tuo che non possono vaccinarsi per motivi di salute, allora mi arrabbio tantissimo!! Non so cosa comporti la malattia di tuo figlio, ma ti auguro che tutto vada al meglio e che siate sempre circondati da persone che tutelano la salute anche di tuo figlio.

    • Ilaria Liut 11 agosto, 2016 at 19:32 Rispondi

      Perché qualche buon tempone ha sparso la voce di tutte le possibili conseguenze dei vaccini senza spiegare che i pericoli dei vaccini sono dovuti a dei problemi di salute (quindi le stesse conseguenze avrebbe potuto averle da una stupidisssima influenza) e sono ridotti (se tuo figlio fa parte di questi sfortunati il problema lo ha solo lui), mentre se le persone non vengono più vaccinate non ci rimette mai chi non si vuole vaccinare “x moda”, ma sempre chi non ha potuto farlo per motivi gravi di salute o perché troppo piccolo per le prima dosi. E arrivati a questo punto a me non rimane che sperare nell’evoluzione della specie.. Sopravvive chi è immune, gli altri muoiono… Solo che oltre a essere cattiva a dirlo, alla fine ci rimetterebbeo tanti bambini che non hanno sicuro scelto loro se vaccinarsi o no.

  4. Katiuscia Baseggio 12 agosto, 2016 at 00:28 Rispondi

    L immunità di gregge sta diminuendo e questo mette in pericolo i bambini che non possono vaccinarsi o quelli troppo piccoli…. Mi chiedo se tutta la tecnologia che abbiamo e usiamo ci stia facendo più informati o piuttosto più ignoranti e stiamo tornando indietro

  5. Rosalia Calaio 12 agosto, 2016 at 02:16 Rispondi

    Io avevo due anni e mio fratello 20 giorni… io vaccinata ho preso la pertosse… lo contagiato a mio fratello di 20 giorni… fu che io con il vaccino me la sono vista brutta stavo morendo di pertosse mio fratello senza vaccino a 20 giorni nato la presa in forma leggerissima …

  6. Elisa Bertella 12 agosto, 2016 at 14:10 Rispondi

    Io a 15 giorni di vita sono stata ricoverata per questa malattia, se sono qui è solo perché sono una privilegiata! Ho lo zio pediatra che all’epoca ribaltó l’intero reparto infettivo… Senza il suo intervento non sarei qui… Nonostante non abbia memoria di nulla, sentire bimbi che muoiono per questa malattia mi lascia senza fiato… Rip piccolino ❤️

  7. Nicole Tessitore d'Alesio 12 agosto, 2016 at 23:13 Rispondi

    COMILVA è l’acronimo di Coordinamento del Movimento Italiano per la Libertà di Vaccinazione. Chi ne fa parte non è né un biologo, né uno scienziato, tantomeno un medico che si è fatto il mazzo sui libri a studiare per salvare vite umane.
    OMS, ovvero organizzazione MONDIALE della sanità, dice chiaramente che i vaccini sono indispensabili. Che voi lo vogliate fare o meno non mi interessa o forse sì visto che stanno tornando malattie debellate da anni ormai! Le favolette raccontatele ai vostri bimbi la sera prima di andare a letto, qui parliamo di cose serie. Anni e anni di progresso, abbiamo lottato per avere questi vaccini che oggi sono anche GRATIS, sì perché prima si pagavano e non poco. Ognuno con i propri figli faccia ciò che vuole ma non diffondiamo fandonie

Lascia un commento