Mamme lavoratrici e pulizie domestiche: come organizzarsi?

mamme lavoratrici pulizie domestiche

Per le mamme lavoratrici non è mai facile organizzare le pulizie domestiche e sembra che le giornate siano sempre troppo brevi per fare tutto. Per questo motivo abbiamo deciso di stilare un breve vademecum su come destreggiarsi tra il lavoro fuori casa e quello (forse più pesante!) dentro le mura domestiche.

Mamme lavoratrici: come affrontare i lavori domestici

Quelli che seguono sono alcuni semplici suggerimenti per svolgere in maniera ottimale le vostre faccende domestiche senza farvi prendere dallo stress.

  • di mattina provate a svegliarvi un'ora prima degli altri: in questo modo avrete la possibilità di fare un po' d'ordine in giro per casa e poi andare a lavorare
  • se vi piace fare colazione tutti insieme, preparate la tavola la sera prima di andare a dormire
  • se già siete pronte per andare a lavorare, approfittatene per lavare le stoviglie della colazione, rifare i letti e aprire le finestre
  • non aspettate la mattina per scegliere i vestiti dei vostri bambini ma decidete cosa indosseranno già la sera prima. La stessa regola vale per gli zainetti della scuola
  • lavate subito i piatti della cena: al mattino avrete meno cose da fare
  • se potete, dedicate il fine settimana ai lavaggi in lavatrice
  • infine, per organizzare meglio le vostre attività domestiche, preparate un planner settimanale di tutto ciò che dovrete fare in casa.

Mamme lavoratrici, quale sarebbe il vostro stipendio?

Il portale ProntoPro.it recentemente ha analizzato il ruolo delle mamme lavoratrici "con le relative paghe orarie riconosciute a chi esercita i diversi mestieri al di fuori della famiglia, come lavoratore professionista". Analizzando tutte le mansioni svolte in ambito familiare, il sito ha stabilito che lo stipendio adeguato per una mamma lavoratrice è equiparabile a quello di un manager. Senza contare che le mamme di oggi sono anche dei life coach reperibili h24 e che, se volessero guadagnare solo con questo lavoro, potrebbero raggiungere una paga mensile di 8.810 euro!

24 comments

  1. Moni Ca 6 luglio, 2017 at 18:03 Rispondi

    Direi che son perfetta 💪🏻💪🏻💪🏻 faccio esattamente tutto questo… da quando dico “vado a letto” a quando ci vado davvero passano sempre minimo 40 minuti 😱😱

  2. Vasi Stamat 6 luglio, 2017 at 22:48 Rispondi

    Mah…io direi di che e meglio se abbiamo un aiuto ché fare tutto da solaaaaaaaaa 😉 mah perché mi devo svegliare prima solo per fare un altra cosa??? 😧😧😧😤😤😤😠😠😡😡 perché non svegliare insieme cosi facciamo tutto insieme e siamo piu felici 😅😅

  3. Camilla 8 luglio, 2017 at 08:07 Rispondi

    Donna lavoratrice, s sei costretta a fare tutto questo e stai vivendo una relazione di coppia, valuta di cambiare partner!
    In ogni caso se i tuoi bambini hanno più di cinque anni, vestiti, zainetto se lo possono preparare e una mano in casa la possono dare. Così da grandi eviteranno di pretendere di avere accanto una serva come partner.
    Se sei madre singolo, valutare un aiuto domestico.

  4. Gisella 8 luglio, 2017 at 12:48 Rispondi

    Questo articolo è agghiacciante. La soluzione alla frenesia della vita domestica per le donne sarebbe svegliarsi un’ora prima degli altri e continuare a lavorare anche dopo cena mentre gli altri dormono? Dov’è il papà in tutto ciò? Il suo compito si esaurisce con il concepimento?

  5. Cecilia 9 luglio, 2017 at 01:14 Rispondi

    Mamma casalinga; marito che sta fuori dodici ore al giorno e che quando torna a casa collabora; figli: femmina di undici anni e maschio di otto anni, che da sempre sono stati educati a collaborare (passare l’aspirapolvere, rifarsi il letto, mettere ordine, svuotare la lavastoviglie e apparecchiare la tavola), perché la mamma non è una colf ma una persona con interessi, desideri, hobbies….

Lascia un commento