Mamme native digitali: ecco chi sono

mamme native digitali

Sono stati avviati interessanti studi digitali da parte del GroupM, Xaxis e di Human Highway, a proposito dei dati relativi agli acquisti da parte delle giovani mamme, soprattutto quelli destinati direttamente o indirettamente ai bambini. Lo studio è stato effettuato grazie a una serie di interviste ad alcune donne, tra le quali la maggioranza è di età compresa tra i 25 e i 44 anni e maggiormente laureate. I dati di maggiore interesse per gli studiosi riguarda la natura degli acquisti. Sono queste donne, soprattutto, che si occupano della spesa di ogni giorno per la casa e per i figli, per questo hanno un ruolo di grande interesse per le statistiche.

A cosa si interessano le mamme online?

I prodotti che le mamme acquistano più frequentemente sono quelli che riguardano la cura del corpo e dell’immagine, o comunque prodotti appartenenti a una certa linea estetica. Sono interessate anche ad articoli tecnologici, culturali e i prodotti innovativi per quanto riguarda l’alimentazione.

Amano sperimentare e soprattutto amano informarsi a proposito delle spese da fare. Le informazioni le ricercano in particolar modo online, prima e dopo la fase della gravidanza e ciò che gli studi evidenziano è una preponderanza dei seguenti temi, spulciati sul web: prodotti tecnologici, vacanze, fitness, articoli culturali, corsi di specializzazione per il lavoro e per lo sviluppo della carriera.

Sono in particolare le donne, incluse nei parametri sopra detti, che fanno del web una sorta di negozio per lo shopping online. Secondo le statistiche, infatti, il 95,8% fa spesso acquisti online, nonostante resti importante la frequentazione di negozi fisici.

I risultati degli studi sulle mamme native digitali

Tutti questi dati testimoniano soprattutto una cosa, ossia la sempre maggior presenza delle mamme sul web e sul mondo dell'internet, tanto che vengono definite "mamme native digitali". Non è un mistero che la rete ha agevolato di molto, soprattutto negli ultimi anni il mondo degli acquisti, riducendo la distanza tra consumatore e prodotto e facilitando la compravendita di articoli.

Le donne, soprattutto le mamme, sono spesso vittime di una vita frenetica che include il lavoro e l'attività materna. Gli impegni riducono sempre di più il tempo da dedicare alle spese, per sé, per il bambino o per la famiglia. Non è dunque insolito notare un aumento di acquisti digitali da parte delle mamme di oggi. Si tratta di un modo rapido ed efficiente per informarsi preventivamente sugli articoli da comprare, nonché un metodo semplice e diretto per comprare ciò che serve senza doversi spostare di casa e lasciare così del tempo per i propri bambini.

Lascia un commento