Mio figlio non vuole andare a scuola: come mi comporto?

bambino non vuole andare a scuola

Siete sulla porta di casa, zaino in spalla, borsa e chiavi della macchina in mano a voi. Tutto è pronto per uscire e dare il via alla giornata.

Ma, all’improvviso, scatta la fatidica frase: Mamma, non voglio andare a scuola.

Che fare?

Può trattarsi di un problema transitorio

Se il piccolo solitamente va a scuola volentieri e non si è mai lamentato eccessivamente delle sue giornate, può trattarsi di un capriccio momentaneo.

Forse il bambino non vuole andare a scuola perché in quella giornata ha voglia di giocare, o perché vuole stare insieme a voi.

Per sanare questo problema sporadico, mostratevi mamme comprensive e cercate di spostare la sua attenzione a momenti più piacevoli. Ad esempio, potreste promettergli che il pomeriggio organizzerete un’attività insieme all’aria aperta, a sua scelta. La sua mente, durante le lezioni, correrà all’attesa del pomeriggio e l’animo sarà rinfrancato dall’idea di trascorrere ore divertenti insieme a voi.

Non dimenticate di responsabilizzarlo, usando toni soft. Spiegategli che la scuola, al pari del vostro lavoro, è un suo impegno importante e che, anche con la luna storta, bisogna onorarlo.

Se il bambino non vuole andare a scuola, verificate le cause

Sempre più frequentemente il piccolo manifesta un rifiuto verso la scuola?

Le motivazioni dietro le sue parole possono essere le più differenti ed è importante confrontarsi con le maestre per capirne di più e guidare il bambino al dialogo per raccontarvi cosa lo turba, senza porgli la domanda diretta, ma investigando le sue emozioni.

Invitando il piccolo ad aprirsi, potrete individuare la ragione del suo malessere: come l’odio verso una materia – che potete colmare trovando soluzioni divertenti per riscoprire l’argomento in modo ludico – o il rifiuto per i compiti, risolvibile aiutando il bambino ad impostare una scaletta strutturata degli impegni di studio, in modo da avere un pomeriggio alla settimana completamente dedicato al suo tempo libero.

Lascia un commento