Neonata guarisce da una malformazione grazie all'antibiotico

neonata salvata antibiotico

Nel reparto di neonatologia del Policlinico di Bari, diretto dal dottore Nicola Laforgia, si è potuto assistere ad un miracolo: la cura di una gravissima malformazione neonatale grazie ad un semplice antibiotico. Il caso, primo e unico al mondo, verrà pubblicato sull'importante rivista Neonatology. La bimba protagonista di questa storia a lieto fine era affetta da linfangiomatosi.

Una rara malattia sconfitta grazie ad un antibiotico

La linfangiomatosi è una gravissima e rarissima malattia congenita, ovvero significa che è già presente nel feto. I neonati affetti da questa malformazione, potenzialmente mortale, nascono già con tutti i sintomi della patologia. Alla neonata di Bari, la linfangiomatosi era stata scoperta con un'ecografia alla 36° settimana di gravidanza.

La linfangiomatosi è una malformazione dei vasi sanguigni. I vasi si espandono, si gonfiano fino a comprimere gli organi vitali, mettendo a rischio la vita del neonato. Esistono alcune cure da tentare, per cercare di risolvere la situazione, così come è possibile intervenire chirurgicamente, nei casi più gravi, tuttavia, si tratta di una condizione molto pericolosa soprattutto per una neonata.

La bimba nata a Bari presentava gravi sintomi già alla nascita e il dottor Laforgia ha subito iniziato la terapia tradizionale, per aiutarla.

Salvata da linfangiomatosi grazie ad un antibiotico

La piccola presentava una grossa dilatazione dei vasi sanguigni nella zona laterale della testa e del collo: una condizione piuttosto grave, che le impediva di respirare bene. I neonatologi del Policlinico di Bari, coordinati dal dottor Laforgia, hanno immediatamente cominciato la terapia tradizionale per aiutarla, cercando in tutti i modi di evitarle l'intervento chirurgico. La bimba, però, non ha risposto alla terapia.

Il dottor Nicola Laforgia, allora, ha avuto un'intuizione geniale. Ispirandosi ad alcune pubblicazioni delle quali era venuto a conoscenza, ha chiesto ai genitori della piccola di poter tentare una cura sperimentale. Ha ottenuto il consenso e ha somministrato alla neonata un antibiotico che, oltre all'effetto antibatterico, ha la capacità di inibire i fattori della crescita. Il ragionamento del primario della Neonatologia di Bari si è rivelato giusto, perfetto, risolutivo. Senza più fattori di crescita in circolo, il gonfiore dei vasi sanguigni si è interrotto e poi, lentamente, è passato.

Oggi la piccola sta benissimo ed è in ottima salute. Un grande successo per la neonatologia, un fiore all'occhiello per l'Italia e una gioia infinita per la famiglia della piccola bimba.

7 comments

Lascia un commento