La neonata prematura stringe la mano dell'infermiera

neonata prematura stringe la mano dell'infermiera

I bambini prematuri, si sa, sono sempre alla ricerca del contatto umano. Sono venuti al mondo prima di essere pronti ad abbandonare la vita intrauterina e la loro vita è appesa a un filo. E così una bimba americana nata ad appena 26 settimane, mentre l’infermiera del reparto di terapia intensiva le cambiava il pannolino, si è aggrappata alla sua mano, stringendola. La tenerissima immagine della neonata prematura è stata immortalata e pubblicata su una piattaforma che si occupa di medicina. Lo scatto, tuttavia, è ben presto divenuto virale, suscitando la commozione di numerosi internauti.

Neonata prematura: l’importanza del contatto fisico

Diversi studi scientifici, hanno dimostrato che il contatto fisico è essenziale per il benessere dei neonati prematuri. Infatti il contatto è in grado di favorirne lo sviluppo cognitivo, emotivo e anche linguistico. Addirittura è emerso che i benefici determinati dal contatto fisico durano per oltre 20 anni. È anche fondamentale per instaurare relazioni positive ed efficaci tra il piccolo e i genitori o altri referenti affettivo. 

5 comments

  1. Elena Scuotto 15 marzo, 2017 at 13:27 Rispondi

    La forza della natura siete 💞 .. Vi abbraccerei tutti !!!
    E complimenti a quelle ” infermiere” ( termine riduttivo Xche non lo fanno solo per ” lavoro ” ) che li coccolano, li curano, li accudiscono quando i genitori non sono vicini .. 😘

Lascia un commento