Neonati in braccio: fino a quando?

Non ci stancheremo mai di ripeterlo: i neonati vanno tenuti in braccio. Hanno bisogno di contatto e in particolar modo di contatto con la loro mamma. Quali i vantaggi del tenere in braccio un neonato? E soprattutto, domanda alle volte più che legittima, fino a che età farlo?

Prenderli in braccio li fa sentire al sicuro

Se un bimbo inizia a piangere, bisogna capire cosa abbia, e non lasciarlo da solo nella culla aspettando che si calmi in maniera autonoma. Infatti, come ormai appare chiaro, il discorso del vizio è sconosciuto ai bimbi di pochi giorni o di pochi mesi. Ci sarà sempre un motivo valido per il suo lamento, dal bisogno di contatto al pannolino sporco, dall'essere malato all'avere fame, sete, sonno.

Se il bambino inizia a pensare e a capire che anche se chiama non succede, inizierà a perdere fiducia in voi e crescendo farà più difficoltà a far valere le sue necessità.

Contatto ravvicinato: fino a quando?

Dopo una certa età, ovvero intorno ai cinque o sei mesi, potete tranquillamente mettere il neonato a giocare nella culletta, oppure su un tappeto morbido a terra, sempre che nella stanza ci sia un adulto a occuparsi di lui. La vostra presenza lo incoraggerà a diventare autonomo. Soprattutto inizierà a capire che se vi allontanate un attimo, poi tornate e non deve in alcun modo preoccuparsi della vostra momentanea assenza.

Se invece continuate a tenerlo in braccio molto tempo al giorno anche se ha ormai gli 8-9 mesi, il bambino gattonerà più tardi e sarà meno autonomi.

Se il piccolo inizia a piangere mentre è ad esempio in terra a giocare, ovviamente vale la stessa regola di quando era più piccolo: andategli vicino, controllate che non si sia fatto niente. Se vuole qualcosa che può prendere da solo, non dategliela voi ma fategliela prendere.

 Ciò non toglie che alla sera, quando è il momento delle coccole, non possiate tenervi abbracciati a lungo: quella è tutta felicità!

12 comments

  1. Martina Biondi Riikonen 12 agosto, 2016 at 15:08 Rispondi

    Concordo. Mia figlia ha 10 mesi quasi e gioca tanto da sola, gattona, si appende ai mobili etc cerchiamo di farla essere autonoma da quel punto di vista, però quando deve dormire se siamo a casa si addormenta in braccio con la ninna nanna e poi la mettiamo nel suo lettino… Spero che voglia continuare così ancora a lungo perché per me sono momenti speciali ❤

  2. Jessica Bosio 12 agosto, 2016 at 17:30 Rispondi

    Fino a quando sarà lui a non voler più stare in braccio alla sua mamma! Fin quando avrò forza nelle braccia! Sto bene quando si addormenta in braccio a me… sono felice nel vero senso della parola! E che nessuno mi dica di non farlo… (anche perchè tanto è inutile) 😍❤

  3. Sharon Jamal 12 agosto, 2016 at 17:37 Rispondi

    Mio figlio ha sette anni e nonostante sia un bel giovanotto di 32 chili quando mi chiede di prenderlo in braccio io lo faccio e un coccolone dolcissimo… Ovviamente ora sono in attesa e non posso per ovvi motivi ma per me fino a quando lui me lo chiederà e io c’è la farò non gli negherò mai la sua bella dose di coccole 😍😍😍

  4. Laura Baldan 13 agosto, 2016 at 10:32 Rispondi

    Mio figlio ha otto anni ma è ancora tanto coccolone. Quando si sveglia viene nel lettone a fare le coccole o solo con me e ci siamo sia io e mio marito, coccole in tre. Poi ovviamente mai davanti agli amici…

Lascia un commento