Obiettivo unghie e capelli

In particolare nel neonato, unghie e capelli sono costituiti da cellule aventi un ricambio molto rapido, che tendono a modificare molto in fretta le loro caratteristiche.

Ecco perché, specialmente all’inizio, quasi nulla rimane come lo si vede.

Per quanto riguarda il variegato mondo dei capelli, capita che alcuni bimbi nascano con una folta chioma altri invece completamente pelati.

Questo non è un aspetto indicativo su quella che sarà la capigliatura definitiva.

Infatti anche i capelli presenti alla nascita, non sono da considerare come effettivamente tali, ma da vedere come una peluria destinata col tempo a cadere, con un successivo cambiamento radicale dell’aspetto.

Stesso discorso per il colore che, pur mantenendo in linea di massima la tonalità di base, è destinato a mutare almeno fino al primo anno di vita.

Qualche volta può accadere che il bambino perda a chiazze la peluria suddetta: ciò non è preoccupante, in quanto fenomeno puramente fisiologico. Di lì a breve inizieranno a nascere i capelli definitivi più forti e più folti.

Poi se il bebè dovesse essere calvo, ugualmente ciò non deve dare adito ad ansie particolari, anche perché tale condizione non lo espone maggiormente alle variazioni di temperatura; nonostante ciò comunque la testina dei neonati va protetta in ogni caso e non solo dal freddo, anche d’estate il troppo sole può decisamente nuocere.

I capelli del neonato possono essere lavati anche tutti i giorni senza controindicazioni, adoperando lo stesso detergente usato per il bagnetto.

Per asciugarli basta strofinarli leggermente con un asciugamano, ma, nel caso siano abbastanza folti, è possibile ricorrere al phon, tenuto a debita distanza e ad una temperatura non troppo alta.

La detersione della testa del neonato non comporta poi problemi alle cosiddette fontanelle, zone molli e pulsanti site sulla sommità del capo del bimbo (corrispondono alle aree in cui le ossa non sono ancora saldate del tutto).

Per quanto concerne invece le unghie, esse in genere nei neonati si presentano lunghe e molto fragili, ma ciò non deve allarmare: con la crescita anch’esse si rinforzeranno.

Considerando poi che le unghie degli appena nati crescono molto in fretta, è importante tenerle sempre corte, onde evitare che il piccolo si graffi inavvertitamente.

Per far questo è bene utilizzare delle forbicine con punte arrotondate, tagliandole in modo squadrato.

Il momento migliore per compiere questo gesto? Molti consigliano mentre il bambino dorme, così sarà tutto più facile e  la mamma potrà agire con la massima tranquillità e precisione.

Lascia un commento