La paghetta ai bambini: sì o no?

paghetta bambini

Dare un contributo economico ogni settimana ai più piccoli è giusto o sbagliato? Può aiutarli a crescerli o contribuisce a viziarli di più?

La paghetta: uno strumento utile per educare i bambini?

I bambini sono una fonte di richieste: chiedono continuamente giochi, figurine, schifezze di ogni genere e questo, nella maggior parte dei casi, significa spendere ulteriori soldi per degli extra che servono per non sentirli lamentare o per premiarli per qualcosa che hanno fatto nel modo giusto.

E se queste cose le comprassero con i loro soldi? Ecco allora che la paghetta diventa uno strumento importante ed educativo per insegnare ai ragazzini a gestire da soli le proprie finanze, a diventare responsabili del loro denaro.

Attraverso questo impegno riescono ad essere più autonomi, imparano a programmare i loro desideri e capiscono il valore stesso di ogni singolo centesimo. Inoltre, demandando a loro l'incombenza di comprarsi quello che vogliono ci aiuta a non viziarli o almeno a farci sentire meno in colpa.

A che età dare la paghetta e in che modalità

I bambini possono capire il significato dei soldi e a gestirli verso gli 8 anni, ma questo traguardo può variare a seconda della maturità del proprio figlio. La cifra da assegnargli ogni settimana dipende, poi, dalla disponibilità economica della famiglia: si può iniziare con qualche euro per poi aumentare il budget dopo qualche mese.

Alcuni esperti affermano che non è bene collegare, ad esempio, la paghetta alla partecipazione ai lavori domestici, perché i piccoli non capirebbero che la collaborare in casa è importante e deve essere fatta da tutti non come sacrificio, ma come qualcosa che serve per realizzare il benessere della famiglia.

Alcuni genitori preferiscono dare un compenso economico ai propri figli soltanto quando questi si comportano nel modo corretto, vanno a bene a scuola, fanno qualche commissione extra o si puliscono la stanza da soli.

Voi mamme da che parte state: paghetta senza ricevere nulla in cambio o ricompensa solo quando viene svolta qualche buona azione?

1 comment

Lascia un commento