Pancia piatta: incominciare con 3 mosse

Finite le feste e ricominciata la solita routine è già quasi ora di dare un'occhiata alle ferie estive e, ahinoi, alla temibile prova costume. Già, perché il bel tempo di questi giorni e le temperature miti non possono che ricordarci che, fra non molto, sarà ora di mare e spiaggia.

Per non ridurci all'ultimo, è bene iniziare sin da ora a contrastare il pingue addome (punto dolente di noi tutte) con alcune mirate mosse che, senza troppa fatica, potranno ridurre la circonferenza vita.

1. Meno sale e più acqua

Il nemico numero uno della pancia piatta è senza dubbio la ritenzione idrica, causata dall'eccesso di sale da cucina e dalla scarsezza di acqua bevuta. Dunque, la soluzione è bere molta acqua, ma anche tisane e prestare attenzione al cloruro di sodio contenuto negli alimenti. A tal proposito riduciamo la quantità di prodotti industriali e confezionati e prediligiamo prodotti naturali. Bandiamo poi bevande gassate e alcolici;

2. Masticare molto lentamente

Oltre a consumare i cibi alleati del ventre piatto (come i cereali e le verdure fibrose), badiamo bene anche al come mangiamo. Durante la masticazione, infatti, ingeriamo aria e quanto più velocemente ingoiamo gli alimenti, non sminuzzati a dovere, quanta più aria arriverà nel nostro stomaco che, inevitabilmente, diventerà gonfio;

3. No stress!

Sembra strano, ma vero, ma anche lo stress favorisce l'aumento del volume del ventre. Infatti quando siamo sotto tiro e molto stressate il nostro corpo produce più cortisolo, un ormone responsabile dell'aumento del girovita. Dunque, prendere la vita con più leggerezza e ritagliarsi attimi di rilassamento sono solo due delle attività che possono ridurre il livello di cortisolo nel nostro organismo.

Lascia un commento