I papà stressati rallentano lo sviluppo dei figli

Un recente studio condotto dalla Michigan State University, e successivamente pubblicato sulla rivista "Infant and Child Development", ha analizzato il ruolo dei papà in 730 famiglie, ed in modo particolare la loro attitudine all'attività genitoriale e l'effetto che hanno sui figli piccoli.

Ne è emerso un quadro piuttosto preoccupante: i papà stressati possono influenzare le competenze linguistiche e lo sviluppo emotivo dei figli sotto i 3 anni, con possibili problemi comportamentali e addirittura pericoli di depressione.

Il test misuratore dello stress

Lo studio ha sottoposto diversi papà ma anche mamme a numerose domande relative alla loro attività genitoriale, come ad esempio: "Ti senti intrappolato dalle tue responsabilità come genitore?", "A volte capita che il tuo bambino non ti piace?".

Il test era finalizzato a capire il livello di stress di un genitore accerchiato da tantissime responsabilità.

Le contromisure da adottare

Il dottor Michael Yogman, presidente della American Academy of Pediatrics, invita i papà innanzitutto ad aprirsi e a non tenere tutti i problemi dentro, altrimenti questo malessere si ripercuote su tutta la famiglia.

Inoltre bisognerebbe passare più tempo di qualità coi propri figli, magari giocando o leggendo un libro, ritrovando quella serenità e quella gioia di essere genitori.

Lascia un commento