“Passamano”: a Bolzano il primo negozio in Italia dove non si paga

Nell'era dell'usa e getta e del consumismo, mentre c'è chi dice che per combattere il cattivo umore può bastare un pomeriggio di shopping, scoprire che esiste un posto dove gli oggetti non hanno prezzo magari suonerà un po' bizzarro.

Invece è tutto vero e quella che potrebbe sembrare l'isola che non c'è esiste eccome, anzi, esiste proprio in Italia, a Bolzano, e si chiama "Passamano", il primo negozio del dono e del riciclo in cui per portarsi a casa un oggetto non c'è bisogno di denaro.

Si lascia quel che non si usa (a patto che sia qualcosa di ben funzionante, pulito e integro) e si porta via quello che serve, fino a un massimo di cinque articoli per persona ogni settimana.

Sugli scaffali si trova un po' di tutto, dall’abbigliamento alle calzature, dall'oggettistica ai libri (anche scolastici).

Al massimo, chi lo volesse può lasciare un'offerta libera, utile per coprire le spese relative alle utenze, mentre il personale che lavora in negozio è composto da volontari che prestano il loro servizio gratuitamente. Oltre che un bell'esempio di economia alternativa in tempo di crisi, Passamano è anche uno spazio che ospita iniziative e appuntamenti in cui ci si incontra per scambiarsi informazioni e confrontarsi su temi legati alla sostenibilità ambientale, alla decrescita e in generale a uno stile di vita green, a contatto con la natura. 

Se siete in zona e avete mobili o elettrodomestici di cui liberarvi, val la pena inoltre fare un salto alla "Festa degli ingombranti", che il gruppo di Passamano organizza in piazza ogni sabato o quasi: anche qui la filosofia è la stessa, "porta quello che non usi e prendi quello che ti serve!". 

Lascia un commento