Perché i miei figli non berranno MAI Coca Cola

Non è vero che i bambini devono assaggiare di tutto: ci sono cose (che a chiamarle “alimenti” la tastiera si rifiuta di scrivere) come la Coca Cola, che non hanno senso di esistere in un’alimentazione corretta, perché non apportano assolutamente nulla all'organismo.

Ve la sentireste di dare una sigaretta ad un bambino di 4 o 5 anni? Ovviamente no: dargli la Coca Cola ha lo stesso significato, perché fa solo del male.

In una lattina, ci sono ben 38 grammi di zucchero, che sono in pratica circa 20 cubetti: ma ve lo potete immaginare l’effetto di tutto quello zucchero su di un bambino piccolo? I miei immagino che non si “spegnerebbero” per ore. Inoltre un tale consumo di zucchero, se abituale, rischia di portare i bambini verso l’obesità infantile, che è un problema sempre più comune tra i nostri figli.

I più diplomatici dicono che non bisogna demonizzare nulla, che poi i bambini rischiano di trovarsi isolati se rifiutano di fare le stesse cose degli altri.

Non dimentichiamo però, che una volta che iniziano a berla, la Cola Cola dà effetti simili a quelli della cocaina, aumentando la produzione di dopamina, che è l’ormone del piacere. A questo punto scatta anche l’effetto dipendenza: una volta consumati i primi bicchieri, ne chiederanno altri, e dopo un’ora dal momento in cui è stata bevuta, si attiva un senso di fame a causa del crollo dello zucchero in circolo.

Ecco quindi quello che succede quando i vostri figli si fanno un bel bicchiere di Coca Cola: sicuri di fargli un favore continuando a fargliela bere?

2 comments

Lascia un commento