Perché mio figlio lancia gli oggetti?

lancia gli oggetti

Se prima quello di lanciare gli oggetti a terra era una specie di "esperimento", o di gioco, arrivati intorno ai 18 mesi o ai due anni, i piccoli potrebbero iniziare a lanciare oggetti, anche alle persone, come manifestazione della propria rabbia o frustrazione.

Ecco alcuni consigli per superare indenni questa fase.

1. Spiegagli perché non si fa

Se il tuo bambino si mette improvvisamente a tirare oggetti, anche addosso agli altri, la prima cosa da fare è cercare il suo sguardo e spiegargli, con tono fermo e deciso, che quello non è un comportamento accettabile.

La cosa più importante, in questo caso, sono il tono di voce, che deve essere autoritario, e il messaggio, che deve essere breve, perché un discorso troppo lungo rischierebbe di confonderlo e distogliere la sua attenzione dal rimprovero.

2. Quando e perché lo fa

Cercare di capire il motivo per cui tuo figlio lancia gli oggetti è utile per aiutarci a risolvere il problema, e sapere quando accadono certi episodi aiuta a comprendere meglio i suoi motivi.

Potrebbe farlo quando è arrabbiato o frustrato per qualcosa, nel pomeriggio o alla sera, perché magari è stanco; dopo una sgridata, per ripicca nei nostri confronti, o quando piove, perché è nervoso e non può uscire...

3. Lancia gli oggetti per la rabbia? Insegnagli a controllare le sue emozioni

Se ti accorgi che il tuo bambino tira gli oggetti per manifestare la sua rabbia, è un segno che probabilmente non sa ancora riconoscere e gestire adeguatamente le sue emozioni; per questo è utile parlargli e aiutarlo a capire quello che sta provando, dando un nome ai suoi sentimenti.

È bene insegnargli che è giusto che lui esprima le emozioni che prova, ma che non può farlo utilizzando certi comportamenti.

4. Lascialo sperimentare

Questa è, forse, la parte più difficile. Insegnargli che una cosa non si fa, lasciandolo comunque libero di scoprire cosa succede quando lancia qualcosa: la soddisfazione di vedere l'oggetto cadere, sentire il rumore, vedere cosa succede all'oggetto una volta che è a terra.

38 comments

  1. Nunzia Dicapua 31 agosto, 2016 at 10:45 Rispondi

    Io nn so più che metodi usare,lancia tutto quello che le capita nelle mani,ma la cs più terribile e che le lancia dal terzo piano nonostante abbia la rete in torno al balcone e la tenda 😬😬😬😬😬sono esasperata

  2. Natasha Ongaro 31 agosto, 2016 at 15:40 Rispondi

    La bimba di 2 anni dei nostri vicini che stanno sopra di noi lancia continuamente pezzi di carta bagnata dal terrazzo, mi trovo sempre il giardino pieno e stiamo sempre a raccogliere sta cavolo di carta bagnata!!

  3. Katiuscia Scarfò 1 settembre, 2016 at 14:22 Rispondi

    Anke il mio lancia le cose o sbatte gli sportelli, magari xké gli nego qualcosa (tipo ciuccio al quale è legatissimo), lo sfrido e mi guarda con gli occhietti lucidi e il labbretto in giù.. mi fa sentire…. in colpa ecco diciamo così 😎

  4. Chiara 18 maggio, 2017 at 12:29 Rispondi

    Sono mamma di una bambina di due anni e sono una psicoterapeuta per adulti. Mia figlia X fortuna ha un carattere dolce e tuttavia quando si arrabbia lancia gli oggetti o si butta a terra e grida picchiando piedi e mani. Qualche volta mi sento esasperata soprattutto se ho fretta avrei bisogno di un si e lotto coi no è perdo la pazienza!! Tuttavia poi mi ricordo che nel mio studio le persone che si rivolgono a me con vari sintomi (attacchi di panico, depressione , ulcera, problemi relazionali…) condividono una cosa: non sono più in grado di esprimere la loro rabbia e spesso nemmeno la sentono. Hanno bisogno di reimparare a sfogarla, per poi reimparare a gestirla. Allora mi impongo maggiore pazienza e cerco vie per contenere e per imparare a gestire senza schiacciare, senza reprimere e senza colpevolizzare…. in fondo ha solo due anni non posso pretendere che mi faccia un discorso su ciò che la fa arrabbiare … e ogni volta è anche l’occasione X me, X avere a che fare con la mia di impazienza e di rabbia!

Lascia un commento