Quando portare il bambino dall'oculista

quando portare il bambino dall'oculista

Mi sono accorta che mia figlia aveva problemi di vista molto presto. Penelope non aveva ancora 3 mesi. La pediatra mi bollava come superficiale e troppo apprensiva e con non poche difficoltà sono riuscita a farmi fare un’impegnativa per una visita ortottica.

Risultato? La bambina, a soli 5 mesi, ha messo gli occhiali.

La vista nei neonati

È evidente come nella prima fase della vita dei bambini siamo solo noi adulti a dover intercettare i piccoli o grandi problemi che possono avere e gli occhi sono uno di quelli. Diagnosticando in maniera precoce un disturbo si possono avere tanti benefici.

Dalla mia esperienza posso dirti che non è mai troppo presto per portare tuo figlio da un ortottista pediatrico. Se questo vedrà che effettivamente c’è un problema ti consiglierà in seguito la visita oculistica.

Da 0 a 6 ani il cervello è in continua evoluzione: le aree del cervello si sviluppano rapidamente stimolate da immagini che colpiscono la retina che via via diventano sempre più nitide. Se c’è un problema, agendo in questa fase, probabilmente le conseguenze alla vista non saranno nemmeno tanto gravi in seguito. Per approfondire ti consiglio di parlare con un oculista pediatrico.

In quali casi portare il bambino dall'oculista?

Neonati

  • Se c’è una familiarità con alcune malattie degli occhi
  • Se il bambino storce tanto gli occhi (dopo il secondo mese di vita)
  • Se storce gli occhi e piange spesso o vomita (potrebbe avere mal di testa e mal di stomaco a causa della vista)

Bambini

  • Se si avvicina tanto a un foglio per disegnare
  • Se ha problemi nella visione lontana della tv o della lavagna
  • Mal di testa
  • Occhi rossi che lacrimano
  • Movimenti strani della pupilla
  • Anomalia alle palpebre
  • Visione differente tra un occhio e l’altro

Quando fare le prime visite dall'oculista?

  • 1° mese di vita: se ricorrono malformazioni congenite o problemi oculari severi (te lo indica il pediatra, in questo caso)
  • 6-7 mesi: visita per diagnosticare lo strabismo
  • 18 mesi: difetti di refrazione
  • 3 anni: visita per la binocularità
  • 5-6 anni: visita di controllo da ripetere ogni 2 anni o seguendo l’indicazione del medico.

 Il rapporto di fiducia col pediatra o con l’oculista è molto importante, ma ricordati di non sottovalutare mai il tuo istinto di genitore.

Lascia un commento