Roberto Burioni, medico pro-vaccini insultato sul web

roberto buriori vaccini libro

Roberto Burioni, medico del San Raffaele, da diverso tempo ha iniziato una battaglia a sostegno dei vaccini che porta avanti anche sui social. Proprio sul web il dottore ha dato vita ad aspre battaglie con utenti che avevano altri punti di vista sui vaccini, e l'ultimo caso ha coinvolto anche il famoso sito di acquisti online Amazon.

La recensione negativa di un utente, che non letto il libro!

Su Amazon è in vendita il libro di Burioni, in cui evidenzia la necessità di far fare ai bambini le dovute vaccinazioni. Un utente, nelle recensioni su Amazon, si è scagliato contro Burioni ed il suo libro, che ammette candidamente di non aver neanche letto. Per il dottore arrivano insulti di ogni genere anche sui social, dove alcuni lo hanno addirittura definito come Hitler o come Stalin.

Lo sfogo social di Roberto Burioni

Roberto Burioni ha voluto raccontare quanto accaduto su Facebook, evidenziando la poca obiettività del suo detrattore che ha criticato il libro senza neanche averlo letto. Il dottore la prende filosoficamente, meravigliandosi del nuovo mondo di insulti che sta scoprendo. Chiude però il suo post invitando Amazon a controllare maggiormente le recensioni degli utenti, che dovrebbero essere rilasciate in maniera obiettiva ed intellettualmente onesta su acquisti effettivamente eseguiti.

35 comments

  1. Sara Congiu 2 novembre, 2017 at 13:42 Rispondi

    Non esiste un medico pro-vaccino, esistono solo medici e non medici. La scienza è oggettiva, non è qualcosa su cui uno possa dare un’opinione. Burioni sta facendo tanto bene a questa società impazzita, dovrebbero essercene molti altri di medici come lui

  2. Norwegian Wood 2 novembre, 2017 at 14:28 Rispondi

    Non voglio discutere i contenuti ma i modi, a mio avviso, sono discutibili eccome. Da medico, da essere umano e da mamma. Infine, Purtroppo, i libri li ha scritti anche lui, traendone un profitto, esattamente come altri, criticati per lo stesso motivo.
    Essere un medico significa anche essere in grado di spiegare, di far comprendere, di essere empatici e non facilmente o esclusivamente giudicanti. E naturalmente, senza profitto alcuno, a parte quello giustamente compreso nello svolgere la propria attività.
    Peccato.

    • Sylvia Cellini 4 novembre, 2017 at 10:09 Rispondi

      E a te chi lo dice che solo lui ha la laurea e tutti gli altri studiano su INTERNET???? Che poi internet, se sai dove cercare le notizie, è l unico mezzo per sapere le cose davvero come stanno in piena libertà. Ormai questa storia dello “studiare su internet” è vecchia!!! È una scusante proprio ridicola e inutile!!!! e le ricordo anche che Una volta chi studiava da autodidatta era visto come un genio, adesso…. è proprio vero che stiamo regredendo noi italiani… SVEGLIA!!!!!!!!!!!

    • Francesca Lunardi 4 novembre, 2017 at 12:56 Rispondi

      Gentilissima Silvia, la ringrazio del consiglio. Tuttavia continuo a ritenere i libri e le pubblicazioni scientifiche la miglior risorsa per la cultura personale e le scelte che faccio per me e la mia famiglia

    • Sylvia Cellini 5 novembre, 2017 at 06:47 Rispondi

      E loro sono convinti che sono gli unici a studiare sui libri, senza sapere niente delle vite altrui si intromettono insinuando con molta leggerezza, per me sinonimo d ingenuità, che i no vax o freevax hanno tutti studiato su internet. State diventando ridicoli e molto noiosi anche. Buona giornata.

    • Francesca Lunardi 5 novembre, 2017 at 07:09 Rispondi

      Visto che Alfonso me lo chiede, sono al mio 5° titolo universitario: laurea in Biologia Molecolare, laurea in Biologia Sanitaria, Corso di perfezionamento in Scienze dei Trapianti d’organo, Dottorato di Ricerca in Scienze Mediche, Cliniche e Sperimentali, Laurea in Medicina e Chirurgia. Il CEPU mi manca.

  3. Vania Ferri 3 novembre, 2017 at 09:44 Rispondi

    Il medico di cui si parla, ha aspramente criticato chi, per profitto, ha pubblicato libri sull’argomento.
    Ecco che esce anche lui con libro.
    Non è coerente e tanto meno corretto. Insulta gratuitamente ed è supponente.
    In un post di qualche giorno fa, chiesi al dottore di pubblicare qualcuno dei tanti studi recenti di cui parlava. La sua risposta:”Lei non sa leggere un testo un scientifico e tanto meno comprendere il tedesco quindi, non cito gli studi di cui parlo”.
    Chissà come mai avrà scritto un testo per parlare a favore dei vaccini? Solo per i medici? I genitori non sono in grado di capire…

  4. Alfonso Testa 3 novembre, 2017 at 14:38 Rispondi

    Per il sig. Roberto Burioni vi sono a disposizione anche 100.000 euri, per te o chiunque posso dimostrare l’esistenza del virus del morbillo !.

    Avviso anche per tutti i medici, scienziati e cittadini assolutamente convinti della esistenza del virus del morbillo, perché non partecipate e prendete questi soldi
    ?
    Ecco chi mette in palio tali denari: il biologo dr. Lanka (D) essi sono depositati presso Corte di Cassazione tribunale di Soccarda…in Germania.
    Forza arricchitevi se siete capaci…..

  5. Rosaria Bianco 3 novembre, 2017 at 22:18 Rispondi

    Tratta come ti trattano che non fai peccato! Avere una laurea non é indice di educazione e civiltà:lui é sempre stato il primo ad insultare in modo offensivo e maleducato gli utenti quindi…si aspettava una spilla da boyscout?!?!👎

Lascia un commento