"Che pena i bambini messi al mondo per riempire la vita": parla Rossana Campo

rossana-campo

La brava e versatile scrittrice italo-parigina Rossana Campo ha pubblicato sul proprio profilo Facebook un post davvero interessante e bene argomentato, che potrebbe stimolare tra gli utenti, finalmente, un dibattito non noioso e per nulla scontato.

Caratterizzato dal suo inconfondibile stile colloquiale ma sempre incisivo, il messaggio della Campo, infatti, è una riflessione che riguarda tutte quelle persone che decidono di fare figli per uno scopo puramente egoistico.

"Non riempite con i figli le vostre vite tristi"

Rossana Campo, in sintesi, sostiene che coloro i quali hanno una vita triste, incompleta e manchevole, spesso e volentieri, al fine di conferirle un qualche significato, decidono di procreare, ignorando, tuttavia, che mettere al mondo degli innocenti per “riempire vite vuotenon favorisce alcun tipo di svolta positiva.

In altri termini se l’esistenza di due individui è insignificante e priva di stimoli continuerà ad esserlo anche quando essi diventeranno un padre e una madre biologici.

Evidentemente l’inettitudine, la mancanza di passioni e l’incapacità di condurre una esistenza degna di essere vissuta, spinge molte persone a “metter su famiglia”, illudendosi che si tratti di un escamotage per salvarsi (invano) dalla propria infelicità.  

Lascia un commento