San Valentino: dillo con un bacio (uno vero)

Quante volte abbiamo sentito questo slogan?

Molte, anzi troppe, tanto che la maggioranza di noi ha subito pensato al bacio quello con la "B" maiuscola prodotto dalle parti di Perugia. Beh, lasciamo perdere cioccolatini e tubi, per questo San Valentino, e affidiamoci al tenero gesto del baciare che, semplice, affettuoso, a portata di mano e mai scontato sarà un ottimo regalo non solo per il partner, ma anche per noi stesse.

Già, perché riflettiamo: nella nostra routine quotidiana di mogli/compagne, mamme e lavoratrici, quanto tempo dedichiamo a un bacio? Poco, anzi pochissimo o, comunque, mai quanto dovremmo, visti gli immensi e impagabili benefici sulla salute, sulla mente e soprattutto sulla coppia che genera.

A spiegarci perché non dovremmo mai lasciar andare l'occasione di un bacio è Andréa Demirjian nel suo manuale "Kissing: Everything You Ever Wanted to Know about One of Life's Sweetest Pleasures": dal mal di testa alla carie, un bacio sembra essere la panacea di tutti i mali (o quasi).

Infatti, durante un bacio i vasi sanguigni si dilatano e così possiamo contrastare efficacemente mal di testa, dolori mestruali e anche ipertensione; quanto alla saliva, ne aumenta la produzione, portando via placca e, così, riducendo le probabilità di carie.

Se dopo un bacio, un abbraccio o un pò di tenerezza con il partner ci sentiamo meglio e pensiamo che sia solamente un'impressione, ricrediamoci: merito della serotonina e ossitocina che circolano in corpo e ci donano benessere.

Infine, ce n'è anche per l'autostima: uno studio ha dimostrato che i mariti che, uscendo di casa al mattino, baciano la moglie, hanno più successo in ufficio.

Non sono male i benefici di un bacio: approfittiamone, quindi, e non solo a San Valentino!

Lascia un commento