Sfruttamento e violenze sui bambini: il prezzo delle extension

sfruttamento bambine prezzo delle extension

Avere un'acconciatura splendente allungando i capelli con delle extension è una tendenza che va molto di moda, ma dietro queste chiome artificiali c'è un business di sfruttamento e violenza anche sulle bambine, ma anche di credenze religiose diffuse in India.

Il prezzo delle extension: quanto costa la nostra bellezza?

Negli ultimi anni si è fatta sempre più strada la tendenza di aggiungere delle ciocche di capelli alla propria chioma per renderla più folta e fluente, ma anche per cambiare look e dare un tocco di novità al proprio aspetto. I parrucchieri si sono attrezzati una varietà di extension capaci di soddisfare le varie esigenze delle clienti. Questi strumenti di bellezza vengono applicati con varie tecniche e hanno un effetto naturale, soprattutto quelle realizzate con capelli veri rispetto a quelli di fibre sintetiche.

Ma qual è il prezzo delle extension? Il costo per le donne che ne fanno richiesta è notevole e dipende anche dalla quantità di chiome che si acquistano, ma c'è un altro costo che bisogna considerare: quello che c'è dietro il loro business, ovvero lo sfruttamento di donne e bambini.

Dall'India i capelli che arrivano dallo sfruttamento e dalla violenza

Il mercato delle extension è florido e gli interessi in gioco sono tanti. Molti dei capelli utilizzati provengono dai templi indù in India, dove donne, uomini e bambine e bambini si fanno rasare a zero da barbieri presenti appositamente nelle strutture, per donare la loro bellezza agli dei che venerano.

Una volta quest'offerta veniva bruciata, mentre adesso rivenduta e i soldi dati in beneficenza. In realtà non si sa che fine fanno questi soldi, probabilmente restano in mano a chi fa affari direttamente con le multinazionali che le preparano per il mercato mondiale. La materia prima, però, non arriva solo dai templi, ma in India si sono verificati, spesso, episodi di violenza e sfruttamento di donne e bambine a cui vengono tagliati i capelli per ricevere in cambio una somma di denaro, soprattutto nelle zone più povere del paese.

Dopo questo avete ancora intenzione di chiederete al vostro parrucchiere di usare solo extension naturali?

66 comments

  1. Giovy Glm 6 settembre, 2017 at 18:13 Rispondi

    Imma Montieri purtroppo ci sono queste persone avide e senza cuore che per i loro interessi sfruttano i più poveri perché sanno che farebbero di tutto per un po di cibo x la famiglia.
    Non dovrebbero esistere persone così anzi bestie così. . Ma ci sono 😢

    • Valeria Gargiulo 7 settembre, 2017 at 14:50 Rispondi

      Ma cosa stai dicendo tu! Non sarebbe tanto strano se una cosa del genere fosse vera, i bambini non si toccano in nessun modo, questi atti sono violenze fisiche e psicologiche. Se lo facessero ai tuoi figli? Ma non credo che tu ne abbia.

  2. Chiara Bernardii 6 settembre, 2017 at 21:34 Rispondi

    Pazzesco! Ci si preoccupa tanto della salvaguardia degli animali e poi ci sono esseri umani trattati peggio delle bestie. Il mondo va al contrario, e noi, tutti noi, siamo solamente una contraddizione continua.
    Vedere gli occhi di quelle bambine mi ha fatto stare male.

    • Stagi Valentina 6 settembre, 2017 at 23:48 Rispondi

      Io le ho messe l anno scorso ma il mio parrucchiere disse che usa solo prodotti italiani…non saprei che dire sinceramente…mi fa’ stare malissimo l’ idea sicuramente non le metterò una seconda volta

    • Laura Puddu 7 settembre, 2017 at 13:14 Rispondi

      Da quanto so io la stragrande maggioranza dei capelli veri x extension e parrucche sono venduti in Thailandia dalle ragazze e signore che hanno capelli lunghissimi e di certo non vengono rasate così! Chiunque può donarli, anche noi se vogliamo x far fare le parrucche x chi fa la chemio.. Tipo mia cugina che li ha donati varie volte.
      Questa notizia secondo me è una grande balla!!

Lascia un commento