"E tu chi avresti voluto come papà?"

buon-genitore

Mathilde Virfollet è una brava disegnatrice francese, che sul suo blog Crayon d’Humeur racconta con le vignette la sua vita quotidiana.

Un giorno ha avuto modo di ascoltare una conversazione tra il suo compagno e la loro figlia. Una di quelle conversazioni che tutti facciamo con i figli, dando praticamente per scontato dove si vada a parare.

E così lui le diceva che di tutte le bimbe del mondo, non avrebbe scelto che lei.

"Ma tu chi avresti voluto come papà?"

E poi le chiede: "Ma tu chi avresti voluto come papà?"

E lei, tutta convinta: la mamma!

Eppure siamo convinte che quella bambina adori il suo papà: e non si tratta di un paragone, a suo sfavore, quello con la mamma, ma solo  di un modo personale di rispondere ad una domanda.

E sappiamo come tutti i bambini possano con le loro parole a volte farci rimanere senza fiato: ma se la smettiamo di cercare la perfezione a tutti i costi, sicuramente alla fine ci faremo su una risata.

1 comment

Lascia un commento