Tummy Tub, la vaschetta per il bagnetto che non può mancare nella lista nascita

Il bagnetto, sin dai primissimi giorni di vita del bambino, è un vero e proprio toccasana.

Fra i gesti per la cura di un neonato, il bagnetto riveste un ruolo particolare: apporta reciproco benessere a mamma e bebè, va da se' quindi che ogni genitore vorrebbe acquistare i migliori accessori per questo magico momento.

Sul mercato troviamo un'infinità di soluzioni: vaschette portatili, da agganciare alla vasca da bagno o con fasciatoio e cassetti integrati. Oppure, ci si può orientare sulla Tummy Tub, una vaschetta a forma di secchio che simula l'ambiente uterino e accoglie il neonato in una posizione non molto dissimile da quella assunta nel grembo materno.

Caldamente consigliata da neonatologi e ostetriche, è stata ideata in Olanda nel 1993 con la finalità di riprodurre un ambiente confortevole e familiare al bambino appena nato, proprio grazie alla simulazione della forma dell'utero materno. La vaschetta, per le sue caratteristiche, è particolarmente indicata per i prematuri e, con la riproduzione di un movimento non molto differente all'idromassaggio, rilassa il bambino e lo aiuta nel caso di coliche gassose.

In plastica, completamente BPA Free, è indicata sin dalla nascita fino ad almeno i due anni di vita; a livello dimensione è molto compatta e, quindi, occupa poco spazio, comoda anche da portare in viaggio. Facilmente utilizzabile su qualsiasi piano d'appoggio, una volta trascorso il tempo può essere facilmente reinventata come cesta portagiochi o come secchio per la biancheria.

Per le mamme in attesa, un oggetto che può a pieno titolo entrare nella lista nascita; per le novelle mamme, alle prese con la paura dell'acqua del proprio bambino, un piccolo oggetto che potrà aiutarlo a superare questo momento particolare. Per tutti gli altri, un'idea regalo da non dimenticare in vista del lieto evento di un'amica.

3 comments

  1. Mamme.it 31 marzo, 2014 at 16:12 Rispondi

    Non preoccuparti Sabrina, la vaschetta simula l’ambiente uterino e accoglie il neonato in una posizione non molto dissimile da quella assunta nel grembo materno. Nessun pericolo in vista.

Lascia un commento