Un regalo utile e originale? Wonderbag, la sacca che cucina

Risparmiare i consumi oggi giorno non è solo questione di bollette e conti economici, ma anche di rispetto per l'ambiente e minor sfruttamento delle risorse, di modo da presentare un pianeta quanto più in salute alle generazioni future.

Per questo, sono numerosi i consigli che troviamo per risparmiare sui consumi domestici, in particolare sulla bolletta del gas metano per la cottura dei cibi: posizionare la pentola al centro dell'erogatore, coprire con il coperchio la pentola, prediligere la cottura a vapore o terminarla a fuoco spento.

Una novità, o meglio una vera e propria rivoluzione, viene dall'idea di Sarah Collins che ha progettato e lanciato la Wonderbag, una sacca per la cottura degli alimenti.

Come funziona? Semplicemente, dopo aver portato ad ebollizione la pentola, questa viene inserita in una sacca, molto bella a vedersi, che isola termicamente il recipiente dall'esterno e, così, prosegue la cottura degli alimenti senza bisogno di alcuna fonte di energia.

La cottura richiederà del tempo, ma sarà a costo ed impatto ambientale zero.

Una soluzione quindi che ben potrebbe sposarsi nelle nostre abitazioni per ridurre il consumo di gas nella cottura, ma anche e soprattutto nei paesi in via di sviluppo, che spesso ricorrono ancora al legno per la cottura degli alimenti.

Una boccata d'ossigeno, quindi, per le foreste e per l'ambiente: non solo una minore deforestazione, ma anche una minore emissione di fumi tossici e consumo di risorse. Insomma, una scoperta geniale per un risultato da lasciare a bocca aperta che, se vorremo, potremo realizzare con le nostre mani.

 

Lascia un commento