Varicella party: quando i social fanno male

Il 28 luglio 2017 è entrato in vigore un Decreto Legge che obbliga tutti i bambini e i ragazzi di età compresa tra 0 e 16 anni a vaccinarsi contro le malattie esantematiche, inclusa la varicella.

Non tutti i genitori si sono schierati a favore di questa decisione e sono nati alcune correnti di pensiero chiamate "no-vax". Proprio le mamme e i papà contrari alle vaccinazioni obbligatorie stanno creando alcuni gruppi sui principali social network, tra cui Facebook, che hanno lo scopo di organizzare i cosiddetti "varicella party".

Cosa sono i varicella party?

I varicella party non sono altro che delle riunioni durante le quali uno o più bambini malati di varicella trascorrono un pomeriggio con bimbi sani, allo scopo di trasmettere loro il virus e, così, immunizzarli.

Questa pratica, come sostiene a gran voce anche il celebre immunologo Dottor Roberto Burioni, potrebbe rivelarsi davvero molto pericolosa. Da un lato è vero che un bambino che ha già avuto la varicella ne diventa immune anche senza vaccinarsi ma, dall'altro, la varicella è una malattia potenzialmente pericolosa, che potrebbe mettere in serio rischio la salute di un piccino.

Perché la varicella è così pericolosa?

Come tutte le malattie esantematiche, anche la varicella è considerata una malattia grave, ad alto rischio di complicazioni e potenzialmente letale.

Questo virus porta sintomi importanti: febbre molto alta, a volte convulsioni specie nei lattanti, bolle ripiene di liquido su tutto il corpo che bruciano, prudono e danno molto fastidio.

Il rischio maggiore di questi varicella party, tuttavia, nasconde un'insidia ancora più preoccupante. Spesso, infatti, i bimbi malati di varicella e quindi con le difese immunitarie molto abbassate, hanno in concomitanza anche altri virus, primo tra tutti quello della gastroenterite.

Il bimbo sano, portato a giocare con quello malato con l'intenzione di fargli prendere la varicella, potrebbe quindi ammalarsi di più malattie in contemporanea e avere complicazioni gravi.

Denunce contro i varicella party

I vaccini non sono, al momento, una scelta personale ma sono obbligatori, come impone la Legge Italiana.

Molte associazioni mediche e pediatriche, nonché alcuni gruppi di genitori pro-vaccini preoccupati da questo fenomeno, stanno minacciando di segnalare, far chiudere e, in certi casi, procedere con denunce e querele contro chi organizza i varicella party sui social network.

l fenomeno non putroppo è nuovo sui social, già lo scorso anno era salita agli onori della cronaca la pagina "Gruppo segnalazioni malattie esantematiche", poi rimossa con l'accusa di provocata epidemia, sanzionata dal codice penale.

50 comments

  1. Daniela Carannante 2 maggio, 2018 at 16:44 Rispondi

    Io credevo di averla presa, i miei se la sono presa lo scorso anno, in più avevo appena partorito la 4 beccata anche lei… Che dire un incubo infernale, fornite di talco, io mi sarei vaccinata xké beccarla da grandi davvero incubo. Poi certo ogni persona è libera. Ma fare un party mi sembrate un po’ eccessive

  2. Carla Olla 2 maggio, 2018 at 20:12 Rispondi

    Rimpiangeranno quando tornano a casa e i bambini sono contagiati .. faranno le nottate in bianco 😂😂😂😂😂 con chili di talco .. mia mamma quando l avevo presa era disperata sembrava uno zombi la chiamavo ogni secondo.. facciamo provare questa ebrezza a queste mentecate… Ma per carità la gente nn sa più come occupare il suo tempo.. magari un parco giochi

  3. Michela Torlaschi 2 maggio, 2018 at 21:28 Rispondi

    Contagiata alla 30ma settimana gestazionale, per di più in pronto soccorso, per fortuna alla mia piccola non è successo nulla ma nonostante le varie rassicurazioni mio marito ed io abbiamo vissuto giorni terribili

  4. Caterina Ele De Prisco 3 maggio, 2018 at 19:09 Rispondi

    Posso capire che ognuno è libero di pensarla come vuole.. libero di essere pro o contro i vaccini ma così no dai ma che scherziamo?? Ci sono bimbi del terzo mondo che pagherebbero per avere la vita “sana” dei nostri bambini e noi sputiamo così nel piatto?? Ma senza intelligenza ne sensibilità verso il prossimo. Vergogna!!

Lascia un commento