Vittorio Sgarbi sulle statue coperte: gesto da capre ignoranti

Come avrete saputo c’è in visita in Italia il presidente dell’Iran. E quindi come si fa di solito quando abbiamo ospiti, chi di dovere si è piegato a 90 gradi (ma per cortesia eh) e ha dato ordine di coprire i nudi in Campidoglio.

Una cosa non richiesta ma gradita, che Sgarbi con la sua consueta grazia ha già definito un comportamento da Capre.

statue-coperte-roma

E come dargli torto? Il critico dice che alla base di tutto questo c’è un madornale errore di ignoranza, dove si confonde la radicalità dell’Isis con quella dell’Iran, che non c’entra niente.

Questa scelta, già sconfessata da Renzi e Franceschini, ricorda certe pratiche berlusconiane ai tempi di Gheddafi, quando venivano allestite in ogni dove tende per lui e le sue amazzoni.

Quello che mi chiedo è se chi si preoccupa di una statua, sa che in Iran nell'ultimo anno hanno ammazzato 2000 persone (spesso innocenti) durante le esecuzioni capitali, che le donne non hanno nessun diritto (nemmeno genitoriale sui figli) e gli abusi commessi sui bambini sono considerati pratiche familiari da non denunciare.

Insomma, tutta questa gentilezza, gli assassini non se la meritano di sicuro.

2 comments

Lascia un commento