Allattare al seno può evitare 800.000 decessi all'anno

allattamento al seno benefici

L'OMS lo consiglia da diverso tempo: allattare al seno comporta diversi benefici sia al bambino che alla mamma, ma ora arriva anche un nuovo studio che evidenzia come, allattando regolarmente ed esclusivamente al seno, si potrebbero evitare 800.000 morti l'anno. 

Naturalmente ci si riferisce alla popolazione pediatrica, quindi ai bambini. Lo studio, pubblicato su The Lancet, autorevole rivista medica, è stato finanziato dalla Fondazione Bill e Melinda Gates e dalla britannica Wellcome Trust. Ma cosa è stato rilevato in questo studio?

Allattamento al seno: un antidoto contro i decessi infantili

In poche parole son state confermate le stime dell'OMS: se si allatta in modo esclusivo per almeno 6 mesi si possono prevenire circa 800.000 decessi infantili all'anno. Sono state così studiate migliaia di donne e i loro rispettivi figli in ben 164 paesi in tutto il mondo. Grazie a questo si è potuto dimostrare che l'allattamento materno è in grado di prevenire la morte dei neonati, sia nei paesi più ricchi che in quelli più poveri.

Dando un rapido sguardo ai numeri, allattare al seno riduce del 36% le morti bianche, conosciute anche come morte in culla e SIDS, e del 58% i morti per entercolite necrotizzante, una particolare patologia che va a colpire soprattutto i bambini nati prematuri.

I benefici dell'allattamento al seno per le mamme

Ma non solo, allattare al seno fa bene anche alla mamma, infatti si potrebbe ridurre di 20 mila casi l'incidenza del tumore alla mammella. Sia ben chiaro, allattare al seno non significa avere necessariamente l'antidoto contro queste malattie, ma è sicuramente un buon aiuto.

Per tutti questi motivi l'OMS ha intenzione di incentivare questa pratica naturale e si è posto come obiettivo di arrivare al 50% dei bambini allattati al seno entro il 2015. Un obiettivo ambizioso se si pensa che nel mondo i bambini allattati esclusivamente al seno nei primi 4 mesi di vita non raggiungono nemmeno il 35%.

Le manovre per raggiungere questo traguardo? Informazione in primis, ma anche limitazioni nel mercato del latte artificiale e leggi che permettano alle mamme di avere il congedo maternità di sei mesi.

25 comments

  1. Rachele Corneli 17 febbraio, 2016 at 15:43 Rispondi

    Ma voi che scrivete simili stronzate sapete quanto soffre una madre che x suoi validi motivi non ha potuto allattare?dare al figlio il proprio latte è bellissimo..ma se x ragioni di forza maggiore nn si può cosa cazzolina dobbiamo fare?? …

  2. Francesca Diazzi 17 febbraio, 2016 at 22:42 Rispondi

    Tranquille..mia nonna ha allattato al seno 4 figli e le è venuto un tumore al seno comunque! Mia mamma non ha mai allattato e le è venuto un tumore al seno. In conclusione la salute è solo questione di culo

  3. Raffaella Bisson 18 febbraio, 2016 at 11:34 Rispondi

    Da mamma a cui hanno impedito di allattare non posso che soffrirne, ma mi dico anche che di scemenze ne scrivono tante e che la vera storia della nostra vita la scriviamo ogni giorno con le nostre scelte e con l’accettazione di ciò che non possiamo cambiare

  4. Ambra Cuomo Caricato 18 febbraio, 2016 at 15:01 Rispondi

    Evviva la libertá di scelta!il latte formulato é appunto “formulato”per rispondere alle esigenze nutrizionali del neonato. Chi puó e vuole allatti chi non può o non vuole no!i bimbi crescono bene lo stesso e ancora meglio se hanno mamme serene e non paranoiche o che pensano a far confronti o a sentirsi migliori.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.