Asma: quando vivere con un cane in casa fa bene

asma

Il cane è il migliore amico dell’uomo. E’ una vera e propria compagnia per chi si sente solo, è utile per curare patologie di natura psicologica e, stando a un recente studio dell’Università della California pubblicato sulla rivista Pnas, è un valido aiuto anche per prevenire asma e altri disturbi respiratori nei bambini.

Attenzione agli eccessi di pulizia!

Il vero e proprio boom di allergie che si è verificato negli ultimi anni, è da imputare all'inquinamento e al cambiamento delle condizioni ambientali, alla presenza di sostanze non naturali nei cibi e nell'aria, ma, a volte, sembra anche ad un'eccessiva pulizia domestica.

Un eccesso di igiene, infatti, pare possa disabituare il sistema immunitario a combattere virus e batteri, mettendolo in allarme anche nel caso di acari e sostanze normalmente ritenute innocue. Ecco allora che un cane per casa, meglio ancora se un po’ sporco e abituato a stare all'aria aperta, possa essere la soluzione per allenare di nuovo il sistema immunitario a funzionare correttamente.

Il bacillo "anti-asma"

Questo perché il cane porta in casa dall'esterno alcuni microbi che sono presenti, in maniera naturale, anche nell'intestino umano. In particolare, si tratterebbe del Lactobacillus Johnsonii, reputato dagli studiosi che hanno condotto la ricerca, il responsabile della protezione contro le allergie.

Grazie alla presenza in casa di un amico a quattro zampe, pare che il Lactobacillus Johnsonii passi direttamente dal cane all'intestino degli abitanti della casa, favorendo la proliferazione, nell'organismo umano (di adulti e bambini), di una comunità batterica antiallergica.

Se le ricerche dovessero essere confermate da successivi studi, si aprirebbero interessanti strade alternative ai farmaci per combattere le allergie. Basti pensare alla possibilità di arricchire la propria dieta con cibi che contengono un’alta concentrazione del bacillo “anti asma”.

Per il momento, perché non provare a porre fine ad asma e riniti allergiche, ampliando la famiglia con un componente a quattro zampe?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.